Venerdì 30 Giugno 2017 - 14:30

McLaren, Ron Dennis vende quote: finisce la sua era dopo 37 anni

La scuderia, valutata 2,4 miliardi di sterline, non vince un Gran Premio dal 2012 e nell'attuale Mondiale si trova in ultima posizione

McLaren, Ron Dennis vende quote, finisce la sua era dopo 37 anni

Ron Dennis, presidente della McLaren, lascerà il suo ruolo e venderà le sue quote, terminando così una relazione durata 37 anni. La McLaren, valutata 2,4 miliardi di sterline, non vince un Gran Premio dal 2012 e nell'attuale Mondiale si trova in ultima posizione dopo aver intrapreso una partnership, tormentata, con la Honda. Dennis è stato sollevato dall'incarico di direttore esecutivo della scuderia a novembre, quando gli azionisti di maggioranza hanno scoperto che aveva sostenuto un'offerta di acquisto cinese a cui gli altri investitori si erano opposti.

La McLaren, di proprietà della Mumtalakat Holding Company del Bahrain e di Tag Group, compagnia guidata dall'uomo di affari saudita Mansour Ojjeh, comprerà le quote di Dennis, ma ha riconosciuto che il team necessita di una svolta. "McLaren Racing non è attualmente in grado di conseguire il successo in Formula 1 di cui sappiamo è capace e ha raggiunto in passato, ma tutto questo cambierà", ha detto Ojjeh.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

Terzo Dani Pedrosa sull'altra Honda. Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

Meglio del 'Dottore' ha fatto con l'altra Yamaha Maverick Vinales, quarto a mezzo secondo da Lorenzo

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere: Rossi risale al quinto posto

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere

Terzo a sorpresa Andrea Iannone a 484 millesimi dallo spagnolo

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

Quarto al traguardo: "Sono contento, stavolta la responsabilità non è tutta mia, ce la dividiamo..."