Giovedì 01 Ottobre 2015 - 16:00

McDonald's, la denuncia: Possibile evasione, deve al Fisco fino a 224 milioni

IMG

Roma, 1 ott. (LaPresse) - Codacons, insieme a Cittadinanzattiva e al Movimento Difesa del Cittadino, ha presentato un esposto contro il gruppo McDonald's per presunta violazione delle norme fiscali e tributarie vigenti in Italia. La denuncia chiede alle istituzioni italiane di indagare su una possibile elusione fiscale, realizzata fra il 2009 e il 2013 a vantaggio di una società del gruppo con sede principale in Lussemburgo e sede secondaria in Svizzera. Qualora la violazione fosse accertata, affermano le associazione, potrebbe portare nelle casse dello Stato fino a 224 milioni di euro. Le associazioni dei consumatori sostengono che, a seguito di una riorganizzazione del gruppo realizzata nel 2009, Mc Donald's avrebbe messo a punto un sistema per il trasferimento delle royalty generate dai suoi ristoranti europei verso una società del gruppo con sedi in Lussemburgo e Svizzera. La decisione sarebbe stata finalizzata a beneficiare dei vantaggiosi regimi di tassazione dei redditi derivanti dallo sfruttamento di beni immateriali come la proprietà intellettuale.

 

 

" Si tratta di una strategia fiscale già sotto la lente della speciale Commissione Taxe del Parlamento europeo - istituita per combattere le pratiche fiscali sleali - e della Commissione europea per violazione delle regole sulla concorrenza nel mercato unico comunitario", affermano le tre associazioni, "se accertati, questi comportamenti potrebbero aver generato un'evasione di imposte ai danni dell'erario italiano stimabile in circa a 74,7 milioni di euro. Oltre al pagamento di quanto dovuto la multinazionale riceverebbe una sanzione compresa tra il 100 e il 200% dell'imposta accertata. Dunque Mc Donald's potrebbe dover versare nelle casse dello Stato fino a 224 milioni di euro. Inoltre, si potrebbero anche configurare reati tributari penali previsti dal decreto legislativo n. 74 del 2000, che darebbero avvio a un'indagine penale".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Eni, la nave Saipem lascia Cipro. Nicosia: "È stallo con la Turchia"

L'imbarcazione affittata per l'esplorazione nelle acque intorno all'isola era bloccata dal 9 febbraio scorso da cinque navi militari turche

Fabbrica nuovi taxi a Londra

Lavoro, crolla la cassa integrazione: -43,3%

Lo rileva l'Inps. Aumentano del 3,3% le domande di disoccupazione

SEAT, la fabbrica dove nasce la nuova Ibiza e Arona

Industria, Istat: "Nel 2017 fatturato +5,1%, top da 2011"

L'istituto di statistica rileva anche per il terzo mese consecutivo un incremento del 2,5% rispetto al mese precedente

Bruxelles, Jean Claude Juncker alla commissione europea

Commissione Ue avverte gli Usa: "Pronti a reagire rapidamente in caso di dazi"

Schinas: "Difenderemo l'industria europea. Il mercato può e deve essere win-win"