Mercoledì 23 Agosto 2017 - 14:15

Mbappé verso il Psg, assalto finale del Barça a Coutinho. Rooney lascia la nazionale

L'attaccante dell'Everton aveva rifiutato la convocazione. I francesi ora devono vendere: Di Maria in Spagna

Mbappé verso il Psg, assalto finale del Barça a Coutinho. Rooney lascia la nazionale

E' ormai fatta per il passaggio di Kylian Mbappe al Paris Saint-Germain. Il club francese avrebbe ormai convinto il 19enne attaccante francese ad accettare la propria offerta rispetto a quella del Real Madrid. Secondo il Sun il Psg pagherà al Monaco circa 180 milioni di euro mentre al giocatore andrà un ingaggio doppio rispetto a quello proposto dal Real. Con gli acquisti clamorosi di Neymar e Mbappé, però, il Psg è ora chiamato anche a vendere per rientrare degli investimenti fatti. Dopo Matuidi, passato alla Juve, a lasciare la Ville Lumiere potrebbero essere Julian Draxler e Angel Di Maria. Il primo è entrato nell'orbita del Bayern Monaco, pronto ad investire 40 milioni di euro per riportarlo in Germania. L'attaccante argentino, invece, potrebbe tornare in Spagna ma questa volta al Barcellona visto il fallito assalto dei baluginava a Philippe Coutinho del Liverpool.

Barcellona sempre più in difficoltà sul mercato, ancora sotto shock per l'affare Neymar i blaugrana non riescono a chiudere le trattative per i giocatori individuati per rinforzare la squadra e hanno anche le idee poco chiare. L'ultimo esempio è la rinuncia al centrocampista Seri. I blaugrana avevano raggiunto un accordo con il giocatore e con il Nizza, ma secondo Mundo Deportivo alla fine si è deciso di lasciar perdere per ragioni tecniche. Intanto dall'Inghilterra il Sun annuncia come per imminente un'ultima e definitiva offerta del Barcellona al Liverpool per Philippe Coutinho: 150 milioni, prendere o lasciare. Ai Reds saranno offerti 100 milioni più 50 di bonus mentre al giocatore è stato proposto un contratto da 9 milioni di euro all'anno.

ROONEY LASCIA LA NAZIONALE. Wayne Rooney ha annunciato il ritiro dalla Nazionale inglese dopo aver rifiutato la convocazione per le prossime partite di qualificazione alla Coppa del Mondo. Il neo attaccante dell'Everton, miglior marcatore di tutti i tempi dell'Inghilterra con 53 gol in 119 presenze, era stato allertato dal ct Gareth Southgate pronto a convocarlo per le partite contro Slovenia e Lituania. "Lasciare il Manchester United è stata una scelta difficile, ma so che ho preso la decisione giusta nel tornare a casa con l'Everton", ha detto Rooney in un comunicato. "Ora voglio concentrare tutte le mie energie per aiutarli ad avere successo.  Resterò sempre un appassionato tifoso dell'Inghilterra", ha aggiunto come riportato dal sito della BBC.

"E' stato fantastico ricevere la chiamata di Gareth Southgate questa settimana per dirmi che mi voleva con l'Inghilterra per le prossime partite. L'ho davvero apprezzato", ha aggiunto il 31enne centravanti inglese. "Tuttavia, avendoci già pensato a lungo e duramente, ho detto a Gareth che avevo ormai deciso di lasciare il calci internazionale. Si tratta di una decisione davvero difficile, di cui ne ho discusso con la mia famiglia, il mio manager all' Everton e quelli più vicini a me", ha aggiunto Rooney.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nantes, Ranieri scherza: "Psg? Si ferma solo con 22 giocatori"

Ai suoi chiede concentrazione: "Sarà necessario essere compatti e attenti"

Malore per Klopp: l'allenatore del Liverpool in ospedale

Situazione sotto controllo ma potrebbe essere sottoposto ad altre visite nei prossimi giorni

Didier Drogba Foundation investigation

Lo scoop di Didier Drogba: "Addio al calcio giocato nel 2018"

L'ex attaccante del Chelsea appende gli scarpini al chiodo dopo più di 670 partite in otto squadre diverse, tra cui l'Olympique Marsiglia e il Galatasaray

Hazard spaventa il Chelsea: "Sarebbe un sogno giocare per Zidane"

Il 26enne non esclude un futuro passaggio al Real Madrid