Domenica 29 Gennaio 2017 - 10:30

May contro Trump: Non sono d'accordo con la sua politica migratoria

Nonostante la sintonia tra i due, la premier britannica contraria allo stop ai rifugiati

May: Non sono d'accordo con la politica migratoria di Trump

Tra i due, dopo l'incontro alla Casa Bianca, è emersa chiaramente la sintonia, ma la premier britannica Theresa May ha ammesso di "non essere d'accordo con questo tipo di approccio" usato dal presidente americano Donald Trump per impedire l'ingresso negli Stati Uniti di cittadini e rifugiati provenienti da Paesi a maggioranza musulmana. May è stata duramente criticata dai deputati del suo partito conservatore per non aver condannato pubblicamente la nuova politica migratoria di Trump. Nella notte quindi il suo portavoce ha diffuso una nota in cui si precisa che "la politica di immigrazione negli Stati Uniti è una questione che riguarda il governo degli Stati Uniti, proprio come la politica di immigrazione per questo Paese dovrebbe essere impostata dal nostro governo". Ma, ribadisce May, "non siamo d'accordo con questo tipo di approccio e non è quello che attueremo noi. Stiamo studiando questo nuovo ordine esecutivo per capire cosa significa e quali saranno gli effetti giuridici, in particolare quali saranno le conseguenze per i cittadini del Regno Unito". La questione infatti riguarda i cittadini britannici con doppia nazionalità con uno dei Paesi interessati: Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia e Yemen.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile

Papa Francesco incontra i Popoli Amazzonia nel Coliseo in Perù

Papa dagli Indios in Perù: "Lotto con voi per salvare l'Amazzonia"

Francesco continua il suo viaggio in Sudamerica e incontra i nativi

Trump interviene via video alla marcia anti-aborto a Washington: è la prima volta

Si tratta della prima apparizione pubblica di un presidente alla manifestazione: Reagan e George W. Bush si erano collegati con il corteo ma solo per telefono

Isis, ucciso in Siria il rapper jihadista tedesco Deso Dogg

Nel 2014 la traduttrice dell'Fbi incaricata di controllarlo lo aveva raggiunto nel Paese per sposarlo