Martedì 09 Febbraio 2016 - 08:15

Migranti, Obama a Mattarella: Asset Nato per salvare vite in mare

Ultimo giorno per il capo dello Stato a Washington: in serata vola a New York

Obama riceve Mattarella alla Casa Bianca

Utilizzare gli asset militari a disposizione della Nato nel Mediterraneo per soccorrere i migranti e combattere il traffico degli esseri umani. Una idea ancora allo stato embrionale che Barack Obama ha presentato ieri durante l'incontro nello Studio Ovale della Casa Bianca al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Una proposta che il presidente americano, hanno riferito fonti italiane, ha intenzione di proporre alla Nato, una idea che in sostanza avalla la posizione italiana che da sempre ha richiamato il coinvolgimento di tutti nei soccorsi in mare per affrontare l'emergenza. Da Obama "un richiamo convincente e molto importante, credo che sarà ascoltato", ha commentato lo stesso Mattarella durante un incontro all'Ambasciata d'Italia a Washington. "C'è l'esigenza che tutti i Paesi si impegnino a lavorare al riguardo - ha spiegato - Un bel richiamo che servirà a tutti per riflettere e lavorare".

Si tratterebbe di molte basi americane in Italia, Grecia e Spagna, oltre a navi, elicotteri e aerei di ricognizione. Lo stesso Obama ieri al termine del colloquio con Mattarella, aveva definito il dramma di migranti e profughi "un problema non solo europeo ma un problema globale che mette sotto pressione gli Stati Uniti e il rapporto transatlantico". Problema che secondo il presidente americano necessita di "una collaborazione tra la Nato e l'Europa per far fronte alla crisi umanitaria e per smantellare le reti di traffico di esseri umani".

Loading the player...

La proposta di Obama potrebbe essere presentata già durante il vertice dei ministri della Difesa della Nato che si terrà a Bruxelles il 10 e 11 febbraio, ma prima, spiegano fonti italiane, Obama potrebbe parlarne con il presidente francese François Hollande e il premier Matteo Renzi. L'argomento invece è già stato affrontato dal presidente americano con Angela Merkel. La cancelliera tedesca sempre ieri al termine dell'incontro con il primo ministro turco Ahmet Davutoglu ad Ankara annunciato che l'11 febbraio durante il vertice dei ministri della Difesa della Nato potrà essere affrontata "la possibilità di come la Nato possa essere utile per sostenere il lavoro di Frontex e la missione della guardia costiera turca".

ULTIMO GIORNO A WASHINGTON. Ultimo giorno di Sergio Mattarella oggi a Washington: in serata volerà a New York dove domani incontrerà il segretario delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon. Il giorno dopo il colloquio alla Casa Bianca con Barack Obama, per il capo dello Stato sarà dedicato all'incontro a Capitol Hill con la joint leadership del Congresso  e a seguire quello con i rappresentanti del caucus  italoamericano.

In mattinata il capo dello Stato vedrà tre giornalisti americani delle maggiori testate Usa per un colloquio informale, mentre alle 12 incontrerà il vicepresidente Joe Biden per un faccia a faccia di approfondimento sui temi trattati ieri nello Studio Ovale. Nel pomeriggio Mattarella volerà a New York dove cenerà con una rappresentanza dell'Onu.

Scritto da 
  • Donatella Di Nitto
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Referendum, Renzi: Voti di destra decisivi, inutile girarci intorno

Referendum, Renzi: Voti di destra decisivi, inutile girarci intorno

"La sinistra, ormai, è in larghissima parte con noi"

Roma 2024, Campidoglio approva mozione per No a candidatura

Roma 2024, Campidoglio approva mozione per No a candidatura

I votanti erano 42: favorevoli 30, contrari 12, nessun astenuto

Dimissioni del ragionere generale, Campidoglio: Non risultano

Dimissioni del ragioniere generale, Campidoglio: Non risultano

Giallo sulla rimissione del mandato da parte di Stefano Fermante, non confermate dal Comune