Martedì 11 Aprile 2017 - 10:15

Mattarella in missione in Russia: Con Mosca solida amicizia malgrado le difficoltà

Nel pomeriggio incontro con Putin. Alfano dal vertice G7: Coinvolgerla e non isolarla sulla transizione politica in Siria

Mattarella in missione in Russia: Con Mosca solida amicizia malgrado le difficoltà

I rapporti tra Russia e Italia devono avere "la prospettiva di accrescimento" basandosi già su una "amicizia solida malgrado le difficoltà nel contesto internazionale e del difficile rapporto che si è creato da alcuni anni tra la Russia e l'unione europea". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, parlando in ambasciata a una ristretta rappresentanza italiana a Mosca. "Il rapporto di amicizia tra i nostri due Paesi è rimasto molto forte  - ha aggiunto - con la volontà  di superare con il dialogo le difficoltà". Oggi nel pomeriggio atteso l'incontro con Vladimir Putin al Cremlino.
 

Prima però il capo dello Stato ha incontrato il premier Medvedev:  I rapporti  tra Italia e Russia "sono buoni e di partenariato, nonostante il fatto che oggi i nostri rapporti con l'Ue forse si trovano ad un punto abbastanza difficile, complicato. Ma siamo pronti a ristabilire la dinamica dei rapporti con tutti i paesi". Così il primo ministro russo incontrando il presidente della Repubblica. Negli ultimi tre anni  l'interscambio tra i due paesi, ha spiegato "si è ridotto di 2,5 volte" per "ragioni oggettive, cioè il cambiamento dei prezzi di tutta una serie di merci, e ragioni soggettive, cioè le misure adottate ultimamente che non favoriscono lo sviluppo dei rapporti". Medvedev ha poi aggiunto che tra Italia e Russia ci sono "rapporti in vari campi: in campo economico, energetico, industriale, commerciale, degli investimenti, nel campo della cultura e dell'istruzione. Tutto questo è molto importante e spero che la sua visita favorirà il rafforzamento di questi rapporti".

Loading the player...

"La Russia non va isolata, anzi nei limiti del possibile va coinvolta nel processo di transizione politica sulla Siria" ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, parlando con i giornalisti al termine della riunione allargata sulla Siria, che si è tenuta questa mattina a Lucca, prima del vertice ministeriale dei Paesi del G7. Alla riunione di stamattina erano presenti anche i ministri degli Esteri di Turchia e Paesi del Golfo. Sulla necessità che la Russia non venga isolata, Alfano ha assicurato che il G7 "la pensa in modo significativamente unito", mentre sulle ipotesi di nuove sanzioni, avanzate ieri dal ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, iAlfano ha detto che "ognuno ha espresso la propria opinione, ma mi pare prevalente la linea di coinvolgere la Russia , al fine di una concreta collaborazione che eviti un conflitto militare e avvii un processo politico".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie

Roberto Tamagna del Movimento 5 Stelle

Riforma costituzionale M5S: meno parlamentari e stop Cnel

Nel programma Cinquestelle ci sono la riduzione dell'indennità parlamentare e la limitazione dell'immunità penale

Viminale. Riunione del Comitato per l'Ordine e la sicurezza

Barcellona, Minniti: "In Italia attenzione a obiettivi a rischio"

Il ministro dell'Interno invita a tenere alta l'allerta su alcuni luoghi sensibili nel Paese

Regeni, 4 settembre informativa governo su rapporti Italia-Egitto

Regeni, a settembre governo informerà su rapporti con Egitto

Sinistra Italiana attacca: "E' urgente, rinvio è inaccettabile"