Martedì 03 Ottobre 2017 - 09:00

Marsiglia, il killer ha vissuto in Italia con permesso soggiorno

Ahmed Hanachi ha accoltellato a morte due donne prima di essere ucciso da un soldato

Attacco a Marsiglia uccise due ragazze

L'uomo responsabile dell'attacco di domenica a Marsiglia, dove ha accoltellato a morte due donne prima di essere ucciso da un soldato, aveva vissuto anche in Italia, dove dal 2009 al 2017 avrebbe beneficiato di un permesso di soggiorno, scaduto a gennaio scorso e di cui avrebbe chiesto il rinnovo. È quanto riportano diversi media francesi, citando fonti vicine al dossier. L'uomo, secondo quanto riferito ieri dal procuratore francese anti-terrorismo François Molins, era noto per piccoli reati comuni ai servizi di polizia dal 2005, con sette identità diverse: una di queste lo identificava come Ahmed Hanachi, nato in Tunisia nel 1987. Era stato fermato il 29 settembre a Lione per furto e rilasciato poi il giorno successivo, cioè 24 ore prima dell'attacco, per mancanza di prove. Alla polizia aveva esibito un passaporto tunisino e dichiarato di vivere a Lione, di essere senzatetto, divorziato e con problemi di droga. Stando a una fonte vicina al dossier, citata sempre dai media francesi, l'uomo, che ha dichiarato di essere entrato in Francia nel 2003, nel 2005 era stato fermato e ricondotto alla frontiera dal prefetto del Var, prima di essere rimesso in libertà dopo due giorni, per mancanza di posti nel centro di identificazione ed espulsione e per un problema con il documento di identità.

Il ministro dell'Interno francese, Gerard Collomb, ha chiesto ieri all'Inspection générale de l'administration (Iga) un'indagine per accertare perché il killer sia stato rimesso in libertà alla vigilia dell'attacco; e le conclusioni dovranno essere consegnate in settimana. Secondo Le Parisien l'uomo era in Francia in situazione irregolare, ma dopo l'arresto di venerdì per furto non era stato possibile trasferirlo in un centro per due motivi: in primo luogo perché il centro di espulsione (Cra in francese) era pieno, e poi perché in prefettura era assente la persona incaricata di firmare l'obbligo di lasciare il territorio francese.

La procura di Roma aprirà a breve un'indagine contro ignoti, e per associazione con finalità di terrorismo, legata alle verifiche avviate sulla rete di contatti in Italia di Ahmed Hanachi. Responsabile del fascicolo  il procuratore aggiunto Francesco Caporale.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

SUI, FIS Weltmeisterschaften Ski Alpin, St. Moritz 2017

"Così nostra figlia è morta annegata. Genitori state attenti"

L'appello sui social della pallavolista Morgan Miller, moglie dell'ex sciatore Bode, dopo la perdita di Emeline ad appena 19 mesi

Grecia fuori dal tunnel, stop all' austerity

Grecia, dalla troika a Tsipras: le tappe principali della crisi

Passo per passo, gli avvenimenti che hanno protato il Paese in ginocchio

Grecia fuori dal tunnel, stop all' austerity

Grecia fuori dal piano salvataggio coi segni di 8 anni di austerità

Le riforme economiche che hanno chiesto in cambio dei finanziamenti hanno portato il Paese quasi in ginocchio

 I Backstreet Boys in concerto a New York

Usa, paura al concerto dei Backstreet Boys. Crolla struttura: 14 fan feriti

Una forte tempesta ha rovesciato l'ingresso del posto che avrebbe dovuto ospitare il live della band a Thackerville, nell'Oklahoma