Martedì 26 Aprile 2016 - 11:45

Marò, Corte India: Latorre resterà in Italia sino al 30 settembre

Roma ha anche presentato al tribunale arbitrale dell'Aja una richiesta di misure provvisorie per il rientro del fuciliere Girone

I marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

La Corte suprema di Nuova Delhi ha stabilito che il fuciliere di Marina Massimiliano Latorre potrà restare in Italia fino al 30 settembre 2016. Lo fa sapere una nota del ministero degli Esteri. "Il governo italiano ribadisce che in seguito alla decisione del tribunale del Diritto del mare l'Italia considera sospesa e quindi priva di valenza giuridica la giurisdizione indiana sul caso. L'Italia conferma di riconoscersi infatti nell'ordine del Tribunale internazionale per il Diritto del mare del 24 agosto 2015, che aveva stabilito la sospensione da parte di India e Italia di tutti i procedimenti giudiziari interni fino alla conclusione del percorso arbitrale avviato dal governo nel giugno dello scorso anno", si legge.

L'Italia, prosegue il comunicato, ha anche presentato al tribunale arbitrale costituito presso la Corte permanente d'arbitrato de l'Aja una richiesta di misure provvisorie per chiedere il rientro del fuciliere Girone e la sua permanenza in Italia fino alla fine della procedura arbitrale. La decisione del Tribunale arbitrale è attesa nei prossimi giorni.

PINOTTI: GIURISDIZIONE INDIANA NON HA VALENZA. Sulla questione interviene anche la ministra della Difesa Roberta Pinotti, che su Twitter scrive: "Sul caso Marò riconosciamo e ribadiamo la decisione del Tribunale del Diritto del Mare: la giurisdizione indiana non ha valenza".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Usa, il senato conferma Gina Haspel come direttore della CIA

Dazi, dopo la pace con gli Usa la Cina taglia tariffe su import auto

E intanto si avvicina la data in cui anche l'Unione Europea saprà la decisione di Trump

Siria, sette anni di guerra civile

Iraq, jihadista belga condannato a morte per appartenenza all'Isis

Nella prima udienza presso il tribunale di Baghdad si era dichiarato innocente

Australia, arcivescovo Wilson colpevole: coprì abusi sessuali negli anni '70

Si tratta del più alto prelato al mondo ad essere stato perseguito con successo per questo reato

Ancora piogge e temporali: il meteo del 22 e 23 maggio

Le previsioni dell'aeronautica militare