Mercoledì 19 Ottobre 2016 - 10:00

Marcello Lippi verso la panchina della nazionale cinese

E' stato il presidente Xi Jingping stesso a premere per la nomina

Marcello Lippi verso la panchina della nazionale cinese

Non il Guanghzou ma la nazionale cinese. Marcello Lippi è pronto ad accettare l'incarico come nuovo ct della Cina. Come riporta il 'Corriere dello Sport', nei prossimi giorni l'ex commissario tecnico azzurro volerà a Pechino per approfondire i dettagli della proposta fatta dalla Federcalcio cinese. E' stato il presidente della Repubblica Popolare cinese in persona, Xi Jingping, a premere per la nomina di Lippi. Difficile che la nazionale possa qualificarsi per il Mondiale in Russia 2018, la Cina è ultima nel girone con 1 punto raccolto in 4 gare; la scelta sarebbe ricaduta sul tecnico di Viareggio che avrebbe il compito di fare da tramite di un movimento in crescita che punta ad aumentare il numero dei praticanti e a organizzare il Mondiale del 2030.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"