Mercoledì 16 Novembre 2016 - 15:45

Alt Ue all'Italia: rischia di non rispettare Patto stabilità

Per la Commissione Ue altri 5 Paesi condividono il rischio. Ma Moscovici: "Terremo conto di sisma e migranti"

Manovra, l'alt di Bruxelles: L'Italia rischia di non rispettare il Patto di stabilità

L'Italia è "a rischio" di non rispetto delle regole sul deficit del Patto di stabilità e crescita. E' quando scrive la Commissione Ue in una nota, specificando che condividono con l'Italia questo rischio altri cinque Paesi: Belgio, Cipro, Lituania, Slovenia e Finlandia. "Le bozze dei bilanci programmati - si legge nella nota - possono provocare una significativa deviazione dai percorsi di aggiustamento per i rispettivi obiettivi di medio termine". L'Italia e Cipro hanno "differenziali più ampi" sul deficit del previsto rispetto ad altri Paesi ma "per l'Italia ci sono i costi associati al terremoto", con i suoi effetti "molto seri e drammatici" e quelli della "gestione dell'immigrazione" e "prenderemo questo in considerazione". Lo ha detto il vice presidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis nel corso di una conferenza stampa.

"Non abbiamo respinto il bilancio italiano - ha detto il commissario europeo per gli affari economici e monetari Pierre Moscovici  - perché sarebbe stato un gesto grave. Ci sono deviazioni, anche se sono ridotte considerando le spese per i migranti. Il Consiglio europeo sa che sull'Italia cade una responsabilità collettiva e non solo nazionale. E poi abbiamo voluto considerare anche le spese sul terremoto. Questo spiega la nostra conclusione: l'Italia rientra nella categoria 'di rischio' di non conformità. Il dialogo andrà avanti". 

"Vedremo - ha aggiunto - se ci saranno state correzioni che permettono di ridurre ulteriormente la deviazione, per evitare nuove procedure per l'Italia. Il 5 e 6 dicembre sono in programma l'Eurogruppo e l'Econofin, che terranno conto di questi pareri. Poi ci sarà il rapporto", ha concluso. La Commissione specifica che tredici Paesi europei, tra cui l'Italia e la Germania, saranno oggetto di un approfondimento ulteriore a causa del fatto che "sono stati identificati squilibri".I risultati di questi approfondimenti saranno presentati a inizio 2017.

DISCUSSIONE PROSEGUIRA'.  "Quando inizia la discussione, è logico che ogni Paese porti avanti le proprie istanze. Non parliamo di blocchi o veti, la discussione andrà avanti" ha detto il commissario europeo in una intervista a SkyTg24.  "L'idea che abbiamo bisogno di più crescita risponde a un approccio pro-europeo. Io sono d'accordo. Vedremo come trasferirlo nel bilancio ma abbiamo bisogno di idee pro-europee, come quelle che vengono dall'Italia. L'Italia è un Paese fondatore e la terza economia europea, non sarò mai la persona che cerca di opporsi all'Italia in Europa e alla flessibilità" ha concluso.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bce estende quantitative easing fino a fine 2017, da aprile 60 miliardi al mese

Bce estende Qe fino a fine 2017, da aprile 60 miliardi al mese

Tassi restano invariati a zero. Draghi assicura: "Nessun favore all'Italia, non rappresentiamo singoli Paesi"

Forte Village, da gennaio Master in Five Stars Hotel Management

Forte Village, da gennaio Master in Five Stars Hotel Management

Il corso ha l'obiettivo di formare figure ad alta professionalità specializzate nel turismo

Istat, il 28,7% dei residenti in Italia è a rischio povertà

Istat, il 28,7% dei residenti in Italia è a rischio povertà

Cresce anche il divario tra le famiglie ricche e quelle povere