Lunedì 27 Marzo 2017 - 17:00

Manovra da 3,4 miliardi con misure per aree terremotate

Le decisioni del Tesoro avrebbero via libera di Bruxelles

Manovra da 3,4 miliardi accompagnata da misure per aree terremoto

 La manovra da 3,4 miliardi di euro chiesta dalla Commissione Ue all'Italia per correggere il deficit di 0,2 punti percentuali di Pil nel 2017 sarà accompagnata da misure espansive che includeranno una serie di interventi per le zone terremotate. Secondo quanto si apprende, le misure allo studio del Tesoro avrebbero il via libera di Bruxelles proprio perché, essendo una tantum, andrebbero ad appesantire il deficit nominale ma non quello strutturale. Una fonte vicina al dossier spiega che la quantità delle misure espansive potrebbe aggirarsi intorno al miliardo di euro. La stessa fonte specifica tuttavia che l'entità degli interventi è ancora una stima, in quanto il Ministero dell'Economia intende ragionare sul pacchetto per le aree terremotate almeno un altro paio di giorni.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Montecitorio. Manifestazione del Movimento 5 stelle contro il Rosatellum

Decreto Dignità, Fico: "Credo a Di Maio". E la 'manina' diventa un'ossessione

Per il ministro "il numero della relazione una questione da chiarire ancora"

Funerali di Carlo Vanzina alla Basilica di Santa Maria degli Angeli

Vigilanza Rai, Berlusconi vuole Barachini. Per Consulta accordo su Antonini

La candidatura potrebbe essere apprezzata anche dal Movimento 5 Stelle

TOPSHOT-ITALY-EUROPE-POLITICS-MIGRANTS

Sbarcati a Pozzallo i 450 migranti. Sì da Spagna e Portogallo. Salvini: "Successo politico". Ue: "Italia ha ragione su cooperazione"

Oltre Germania, Francia e Malta anche i due paesi iberici e l'Irlanda prenderanno una quota di persone. Governo: "Per la prima volta sono sbarcati in Europa"

SPAIN-MIGRANTS-EU-PROACTIVA-OPEN-ARMS

Migranti, Open Arms al largo della Libia. Salvini: "In Italia non ci arrivano"

Un altro tira e molla tra l'Italia e una Ong, dopo la vicenda Lifeline di fine giugno