Lunedì 01 Febbraio 2016 - 18:30

Mancini squalificato un turno: Mi scuso per dito medio

Lo ha scritto sul suo profilo Twitter il giorno dopo la sconfitta con il Milan

Mancini: Mi scuso per dito medio, non avrei dovuto

Il giudice sportivo di Serie A ha squalificato per una giornata e multato di 5mila euro Roberto Mancini. Il tecnico dell'Inter è stato sanzionato "per avere, al 6° del secondo tempo" del match contro il Milan, "rivolto agli Ufficiali di gara un'espressione irriguardosa" e "per avere inoltre, all'atto del consequenziale allontanamento, rivolto un epiteto ingiurioso al quarto ufficiale e per avere quindi indirizzato agli spettatori un gesto insultante".

 

"Mi scuso per un gesto di rabbia che non avrei dovuto fare" ha scritto il tecnico jesino su Twitter chiedendo scusa per il dito medio rivolto ad alcuni tifosi del Milan nel derby al momento dell'espulsione al 5' del secondo tempo, prima di imboccare il tunnel degli spogliatoi. "Sono molto dispiaciuto, capisco l'amarezza dei tifosi - ha proseguito l'allenatore nerazzurro dopo la sconfitta per 3-0 di ieri sera - Per uscire da questa situazione serve lavoro e pazienza da parte di tutti".

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Nuova debacle per la squadra di De Boer, che chiude in dieci per l'espulsione di Ranocchia