Lunedì 25 Luglio 2016 - 09:15

Mancini medita l'addio: Thohir? Non è cambiato nulla

"Icardi incedibile? Bisogna chiederlo al presidente", ha replicato gelido il tecnico

Mancini medita l'addio: Thohir? Non è cambiato nulla

Sono ore calde per il futuro dell'Inter e in particolare di Roberto Mancini. L'atteso chiarimento con il presidente Erick Thohir non ha portato la svolta che il tecnico attendeva e dagli Usa arrivano voci di possibili clamorose dimissioni. Al termine della sfida persa dall' Inter contro il Paris Saint-Germain,  Mancini si è presentato in conferenza stampa per commentare la prestazione della sua squadra. Prima di analizzare la gara, il tecnico nerazzurro ha risposto proprio alle domande sull'incontro con il presidente Erick Thohir: "Non c'è nulla da chiarire in merito. La situazione è normale, come due giorni fa. Non è cambiato nulla, vedremo nei prossimi giorni". Il tecnico attende ancora i rinforzi chiesti dal mercato e soprattutto spera di non perdere Icardi tentato dal Napoli. "Icardi incedibile? Bisogna chiederlo al presidente", ha replicato gelido sull'argentino. "Candreva per completare la rosa? Anche questa è una domanda che dovete fare al presidente", ha aggiunto come riporta il sito del club nerazzurro.

 

Venendo quindi alla partita, Mancini ha commentato: "Al momento c'è una differenza enorme tra noi e il Paris Saint-Germain. Per 70 minuti abbiamo fatto abbastanza bene, giocando all'altezza dei nostri avversari. Poi con i cambi si è notata di più la differenza perché nell'ultima mezz'ora noi abbiamo fatto giocare dei ragazzi, mentre loro hanno inserito giocatori del livello di Cavani e Di Maria". "Faceva anche molto caldo, può essere che abbia inciso un po' sul calo fisico. Adesso ci aspettano altre due partite, speriamo di fare bene. Kondogbia? Non è un infortunio serio", ha concluso il Mancio ai microfoni di Inter Channel.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Chelsea vs Newcastle United - Premier League

Calciomercato, l'Inter pensa a Morata. Il Valencia riscatta Kondogbia

Pronti all'assalto se parte Icardi. Ma la dirigenza non vuole perdere 'Maurito' ed è al lavoro sul rinnovo

Gaetano Scirea

Gaetano Scirea: avrebbe 65 anni il 'gentleman' del calcio italiano

Morì in un incidente in Polonia nel 1989. Dai sette Scudetti con la Juve alla Coppa del Mondo: gli straordinari traguardi di uno dei difensori più forti di sempre

Coverciano, primo giorno di ritiro per la Nazionale di Roberto Mancini

Mancini alla prova del primo ritiro: "Possiamo dare molto. Buffon? Porte aperte"

Stesso discorso anche per De Rossi. Grandi speranze su Balotelli: "Dipende tutto da lui, dovrà dare il massimo"

Sampdoria - Napoli

Sarri rifiuta lo Zenit e si avvicina al Chelsea

Ma resta da risolvere il nodo di Conte, legato ai 'Blues' ancora per una stagione