Giovedì 10 Marzo 2016 - 00:15

Mancini: Ljajic? Io ero così a 16 anni, non a 25

L'allenatore dell'Inter torna a stuzzicare l'attaccante serbo

Roberto Mancini

"Io ero un po' così a sedici anni, non a venticinque come lui. Posso anche capire certe cose, ma ha qualità enormi e a venticinque anni dovrebbe ragionare da professionista". Il tecnico dell'Inter Roberto Mancini torna a 'bacchettare' Adem Ljajic in un'intervista rilasciata a Calciomercato.com. "Il calcio finisce in fretta e a volte i giovani con grandi qualità non riescono a mettere a fuoco questo aspetto. Uno con le sue qualità deve sfruttarle al massimo, deve mettersi sempre a disposizione della squadra, anche perché fare il calciatore è piuttosto semplice, soprattutto per uno come Ljajic - ha proseguito - Si tratta di conservare la concentrazione due o tre ore, fra prima e dopo l'allenamento, quindi non è una cosa molto faticosa. Un giocatore che ha qualità e le butta via o non le sfrutta tutte è una grave perdita, per il calcio ma anche per lui".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Moratti: "L'Inter può puntare allo scudetto, basta crederci"

Moratti: "L'Inter può puntare allo scudetto, basta crederci"

"Ieri mi sono sentito più tifoso che mai, è stato un derby trascinante"

Inter  vs Milan

Tris Icardi ed Inter seconda: Milan ko 3-2, Montella rischia

Derby della Madonnina ricco di gol, colpi di scena ed emozioni. E Maurito manda i nerazzurri in paradiso