Giovedì 10 Marzo 2016 - 00:15

Mancini: Ljajic? Io ero così a 16 anni, non a 25

L'allenatore dell'Inter torna a stuzzicare l'attaccante serbo

Roberto Mancini

"Io ero un po' così a sedici anni, non a venticinque come lui. Posso anche capire certe cose, ma ha qualità enormi e a venticinque anni dovrebbe ragionare da professionista". Il tecnico dell'Inter Roberto Mancini torna a 'bacchettare' Adem Ljajic in un'intervista rilasciata a Calciomercato.com. "Il calcio finisce in fretta e a volte i giovani con grandi qualità non riescono a mettere a fuoco questo aspetto. Uno con le sue qualità deve sfruttarle al massimo, deve mettersi sempre a disposizione della squadra, anche perché fare il calciatore è piuttosto semplice, soprattutto per uno come Ljajic - ha proseguito - Si tratta di conservare la concentrazione due o tre ore, fra prima e dopo l'allenamento, quindi non è una cosa molto faticosa. Un giocatore che ha qualità e le butta via o non le sfrutta tutte è una grave perdita, per il calcio ma anche per lui".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inter -  Bologna

Donadoni ferma l'Inter: Perisic risponde a Destro, 1-1

Nerazzurri terzi a 11 punti, ospiti a 10

Gabigol: Qui per aiutare Inter a vincere, sono contento

Gabigol: Qui per aiutare Inter a vincere, sono contento

"Sarò a disposizione della squadra per la gara con il Bologna"

L'Inter vola: doppietta di Icardi e l'Empoli va ko

L'Inter vola: doppietta di Icardi e l'Empoli va ko

Vantaggio di testa dell'argentino al 14' e raddoppio in contropiede al 17'

Allegri: Inter-Juve? Una delle gare più brutte ultimi 30 anni

Allegri: Inter-Juve? Una delle gare più brutte ultimi 30 anni

"Senza togliere meriti ai nerazzurri è  venuta fuori una partita veramente brutta a livello tecnico"