Giovedì 06 Ottobre 2016 - 14:00

Mamma giustifica figlia: Non ha studiato, ha diritto di giocare

Fa discutere il comportamento di una mamma milanese che dice basta ai compiti

Mamma giustifica figlia: Non ha studiato perchè ha diritto di giocare

Basta compiti e basta torturare questi bambini dopo che passano 8 ore seduti sui banchi”. Fa discutere la decisione di una mamma milanese, Anna Santoiemma, che ha scritto una giustificazione alla figlia da portare in classe, che ha postato anche su Facebook. “Gentili maestre, Mariasole non ha potuto studiare Storia perchè dopo 8 ore di scuola dalle 17 alle 19.30 ha dedicato il suo tempo libero restante in attività ricreative e sportive”. Sui social è subito partita la discussione, con una spaccatura tra chi supporta la mamma 'liberale' e arriva a dire che, dopo molte più ore trascorse in classe rispetto al passato, i compiti sono diventati “una perdita di tempo, inutile tortura a genitori e bambini”, e i 'tradizionalisti', che accusano di lanciare un “messaggio altamente diseducativo”.

Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ministério da Agricultura garante que não há riscos para o consumo de carne

Cresce mercato cibo italiano, ma nel piatto è falso 1/4 dei made in Italy

Al via la petizione #stopcibofalso per chiedere al Parlamento Europeo che i consumatori abbiano la possibilità di conoscere da dove arriva il cibo che portano in tavola

Il Presidente della Camera Laura Boldrini visita il carcere di Milano Bollate

Asti, due agenti penitenziari presi a sgabellate. Il Sindacato: "Infiniti gli episodi di violenza"

Il segretario generale dell'Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) ha denunciato l'episodio

Ostia nuova: il quartiere dove risiede Roberto Spada, l'aggressore del giornalista Rai

Ostia, polemica sulla casa popolare a Spada. Il Comune: "Mai assegnata"

La casa a Giuseppe, pregiudicato, zio di Roberto, protagonista di una testata all'inviato Rai. Raggi chiede di verificare se tutte le procedure di legge siano state rispettate