Martedì 12 Dicembre 2017 - 09:30

Maltempo, ancora allerta in Liguria, Emilia e Toscana. Problema trasporti

I torrenti iguri sono sorvegliati speciali per rischio esondazione. A Brescello il comune ha previsto l'evacuazione del paese

Allerta rossa per il maltempo in Liguria, Toscana ed Emilia: Nelle tre regioni preoccupa il livello dei fiumi alcuni dei quali (come l'Enza, in Emilia) stanno uscendo dagli argini. La perturbazione numero 3 continua a impreversare su l'estremo nordest e il centro. Mercoledì il maltempo si sposterà al sud. Nuovo peggioramento nell'ultima parte della settimana per l'arrivo di due distinte perturbazioni con temperature in calo per l'arrivo di aria artica nel fine settimana.

In Emilia Romagna è in atto la piena del torrente Enza. Prima, l'acqua ha superato l'argine, poi lo ha spaccato sul lato destro del suo corso, in corrispondenza dell'abitato di Lentigione. Per questo motivo il comune di Brescello, in provincia di Reggio Emilia, ha previsto con una ordinanza l'evacacuazione totale delle persone residenti o domiciliate. Brescello è il comune dove Giovannino Guareschi collocò le gesta di Peppone (il sindaco comunista) e Don Camillo (il parroco). Nel film "Il ritorno di Don Camillo", i due mettono da parte le differenze ideologiche e si alleano per fronteggiare la piena del fiume, mettere in salvo cose e persone. Famosa la scena in cui Don Camillo dice messa da solo nella Chiesa parrocchiale aperta e piena d'acqua mentre la gente, sull'argine, sente la voce del parroco portata dal vento, s'inginocchia, risponde e partecipa. Poi, Peppone prende la barca e va a recuperare il vecchio nemico-amico.

Loading the player...

La perturbazione verso Sud - "La forte perturbazione atlantica (la n.3 di dicembre) che ha raggiunto il nostro Paese, scorrerà lentamente verso sud, esaurendo i suoi effetti sulle regioni meridionali nella giornata di mercoledì - affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo - Le temperature risalite nettamente oltre la media al Centrosud a causa dei forti venti meridionali, torneranno nella norma da metà settimana, mentre al Nord il clima resterà ancora invernale. Nella seconda parte della settimana sono attese altre due perturbazioni. La prima di queste (la n.4) attraverserà velocemente le nostre regioni nella giornata di giovedì, mentre quella successiva (la n.5) sarà molto più incisiva e verrà accompagnata da forti precipitazioni e un nuovo deciso rinforzo dei venti. Quest'ultimo sistema nuvoloso verrà accompagnato da un vortice di bassa pressione che ne rallenterà il transito favorendo contemporaneamente il richiamo di aria molto fredda di origine artica con conseguente crollo termico durante il fine settimana". Insomma, qualche giorno di tregua e poi ancora maltempo che,m questa volta, coinvolgerà le zone meridionali.

Loading the player...

ALLERTA ROSSA PER LIGURIA, TOSCANA ED EMILIA: PREOCCUPA IL LIVELLO DEI FIUMI, ESONDAZIONI IN CORSO IN EMILIA -Ed ecco i dati delle esondazioni in Emilia. Con 9.4 metri il torrente Parma è esondato a Colorno, con 12.3 metri il fiume Enza è esondato a Sorbolo. Anche il Secchia, il cui livello è aumentato fino a 10.3 metri, è straripato a Ponte Alto. É allerta rossa per rischio idrogeologico e idraulico anche su alcuni settori di Liguria e Toscana. Nelle ultime 24 ore sono caduti più di 250 litri di pioggia su metro quadrato nella Liguria di Levante nell'alta Toscana con picchi anche oltre i 300 l/mq: registrati 328 l/mq a Cabanne, nel Comune di Rezzoaglio (Genova), 308.2 l/mq a Barbagelata (Genova); 235.2 l/mq a Ceriana (Imperia) dove 23 famiglie sono state sfollate. In 24 ore è caduta la pioggia che normalmente si dovrebbe accumulare nell'arco di 2 mesi.

 

ELEVATO PERICOLO VALANGHE SULLE ALPI: GRADO 4 - Le abbondanti nevicate di questi giorni stanno facendo ulteriormente aumentare il pericolo valanghe. In particolare, secondo il bollettino Aineva, martedì il rischio valanghe sarà in generale tra il grado 4 (forte) e il grado 3 (marcato). Saranno possibili distacchi spontanei anche con debole sovraccarico.

LE STRADE. Proseguono le attività di Anas per garantire la transitabilità sulle strade statali del Centro-Nord Italia interessate nelle ultime ore dal maltempo e dalla neve. Al momento in Veneto è temporaneamente chiuso da stanotte un tratto della Nsa215 'Variante tra Castellavazzo e Macchietto' al km 53,280 in località Castellavazzo in provincia di Belluno a causa di materiale franato sul piano viabile. Il traffico è deviato sulla statale 51 'di Alemagna'. In Emilia Romagna sulla strada statale 63 'del valico del Cerreto' è provvisoriamente chiuso il tratto dal km 43,000 al 44, 000 a Collagna in provincia di Reggio Emilia a causa di materiale franato sul piano viabile.  

In Toscana sulla strada statale 12 'dell'Abetone e del Brennero' è provvisoriamente chiuso il tratto al km 46,500, nel territorio comunale di Borgo a Mozzano in provincia di Lucca, per allagamento della carreggiata. Infine, in Piemonte sulla strada statale 20, per consentire la rimozione di un mezzo pesante bloccato nel piazzale dell'imbocco del tunnel di Tenda, sul lato italiano, il tunnel è provvisoriamente chiuso e il traffico è deviato sulle autostrade A6 o A10. Mezzi e personale dell'Anas sono al lavoro per ripristinare la circolazione in sicurezza il prima possibile.

LA RETE FERROVIARIA. Riattivate alcune linee ferroviarie nelle regioni del Nord-Ovest. Il traffico ferroviario infatti, dopo le verifiche di circolabilità fatte da parte dei tecnici di Rfi, potrà riprendere gradualmente sulla linea Torino-Modane e sulla Pontremolese (Parma-La Spezia). Durante tutta la notte le continue corse raschia-ghiaccio hanno permesso di mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni. Rimane fortemente rallentata la circolazione su alcuni punti della rete ferroviaria in Liguria, dove - così come nelle altre regioni colpite dal gelicidio - sono attivi i piani neve e gelo di Rete Ferroviaria Italiana. Rfi e il Gruppo Fs sono impegnate a garantire la mobilità di tutti i treni per evitare disagi ai clienti, permettendo ai convogli di viaggiare sulle linee dove non sono garantite condizioni di regolarità. 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Messa in Memoria di Leopoldo Pirelli

Addio all'industriale Pietro Marzotto: rese l'azienda una multinazionale

Si è spento all'età di 80 anni all'ospedale di Portogruaro (Ve), dove era stato ricoverato per complicazioni cardiache

Ostia, Spada: "Mi vergogno della testata, chiedo scusa a tutti i giornalisti"

L'ammissione in video conferenza dal carcere di Tolmezzo nel processo che lo vede imputato per l'aggressione al giornalista Rai avvenuta lo scorso 7 novembre

Napoli, folla di turisti per un 25 aprile di sole

Napoli, fermato presunto terrorista: progettava attacco con l'auto sulla folla

Arrestato un cittadino del Gambia con l'accusa di terrorismo. In un video giurava fedeltà all'Isis

Dopo il sole, tornano le nuvole: il meteo del 26 e 27 aprile

Le previsioni a cura dell'aeronautica militare