Martedì 05 Gennaio 2016 - 18:15

Maltempo, Cdm proroga stato di emergenza

Una tromba d'aria colpì il Veneto l'8 luglio

Una tromba d'aria colpì il Veneto l'8 luglio 2015

Al fine di consentire il completamento degli interventi di protezione civile già in atto, il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga di stati d?emergenza deliberati in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni dal 15 al 17 marzo e dal 23 al 25 marzo 2015 nel territorio delle Province di Asti e Cuneo e dei Comuni di Strevi (Alessandria) e di Viù (Torino), nonché la proroga dello stato di emergenza dichiarato in conseguenza della tromba d'aria che il giorno 8 luglio 2015 ha colpito il territorio dei Comuni di Dolo, Pianiga e Mira (Venezia) e di Cortina d'Ampezzo (Belluno) ed in conseguenza delle avversità atmosferiche del 4 agosto 2015 nei territori dei Comuni di San Vito di Cadore, Borca di Cadore, Vodo di Cadore e Auronzo (Belluno).

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

"Io, vittima di stalking da tre mesi. Prima dei lividi i carabinieri ridevano"

Dal primo incontro sotto casa ai lividi: la storia di Marta e dell'inferno che le fa vivere il suo aggressore

Funerali delle quattro giovani vittime del crollo del ponte Morandi di Genova

Crollo Genova, funerali privati per i ragazzi di Torre del Greco. Padre di Giovanni: "Mio figlio è stato ucciso"

Cerimonia nella Basilica di Santa Croce, omelia del cardinale Sepe: "Questa è violenza contro le persone"

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, lunedì consegnati 45 alloggi a sfollati. Toti: "Nessuno senza casa"

Sono quasi 600 i residenti evacuati. Sessanta sono potuti rientrare nelle proprie abitazioni. La Diocesi: accoglieremo 200 persone

Mastella vieta il transito sul ponte Morandi di Benevento

In via precauzionale il sindaco chiude ai mezzi pesanti il cavalcavia di San Nicola