Martedì 02 Febbraio 2016 - 13:45

Magalli: Mattarella amato dagli italiani, é vicino al popolo

Intervista al conduttore che era stato candidato dal web presidente della Repubblica

Il conduttore televisivo Giancarlo Magalli

Da Sergio Mattarella "nessuna invasione di campo" nel primo anno di presidenza, ecco perché è tanto "amato dagli italiani". E' questo il commento a LaPresse di Giancarlo Magalli, conduttore Rai de 'I Fatti vostri', indicato a gennaio 2015 dopo un sondaggio web del 'Fatto quotidiano' come candidato al Quiriale dopo le dimissioni di Giorgio Napolitano. In tutto 17mila voti che lo incoronavano a furor di popolo nuovo presidente della Repubblica.

Cosa avrebbe fatto se fosse stato candidato al Quirinale?

"Mi sarei subito ritirato se quel folle sondaggio fosse andato oltre lo scherzo, quindi la candidatura vera e propria al Colle. Non credo di avere i requisiti, le capacità e le conoscenze per guidare il Paese".

Perché secondo lei il web ha indicato nomi tanto improbabili?

E' stata la reazione di un popolo stanco della vecchia politica. Una provocazione, e secondo me questa provocazione è stata poi accolta, perché è stato scelto un uomo lontano da vecchi meccanismi: Mattarella.

Secondo lei perché Mattarella a distanza di un anno ha già raccolto tanto gradimento tra gli italiani? Si parla del 60 per cento.

Perché il popolo apprezza chi fa il proprio lavoro, e Mattarella lo fa. E' un uomo preparato e non è importante che sia più o meno taciturno, gli italiani hanno amato Pertini e i suoi proclami perché dimostrava di non essere solo seduto a una poltrona. Anche Mattarella secondo me sta dimostrando questo.

Scritto da 
  • Donatella Di Nitto
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo Genova, i vigili del fuoco proseguono ispezione area ponte

Genova, Mit e Autostrade nel mirino. Pressing per dimissioni Ferrazza

Bufera sull'architetto alla guida della commissione d'inchiesta del ministero

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, M5S: "Forza Italia e Pd hanno favorito i concessionari autostradali"

Per i pentastellati "sono stati proprio i governi di centrodestra e centrosinistra a costruire un sistema insano"

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, Governo all'opera: studia 'piano Giorgetti' e dialoga con Fi

La proposta del sottosegretario alla presidenza del Consiglio: "Non riguarderà solo autostrade e ponti ma anche le scuole. Sarà un'operazione di manutenzione senza precedenti"

Genova, crollo Ponte Morandi: Matteo Salvini sul luogo del disastro

Autostrade, l'ipotesi nazionalizzazione agita il governo e la Lega

Fa discutere anche il voto del Carroccio, nel 2008, a favore della conversione del decreto 'Salva Benetton'