Venerdì 29 Aprile 2016 - 13:30

Mafia, sequestrato bar davanti Pantheon Falcone: è dei boss

Si tratta del 'Gran Cafè San Domenico' di Palermo

Mafia, sequestrato bar davanti Pantheon Falcone: è dei boss

Un bar gestito da un boss vicino al figlio di Totò Riina di fronte alla chiesa 'pantheon' dove sono custodite anche le spoglie di Giovanni Falcone. E' successo a Palermo, dove la guardia di finanza ha sequestrato il 'Gran Cafè San Domenico' e beni per oltre 15 milioni di euro al boss Francesco Paolo Maniscalco, appartenente alla famiglia mafiosa di Palermo-Corso dei Mille. L'uomo, condannato più volte per tentato omicidio, rapina, droga e associazione a delinquere di stampo mafioso, secondo le indagini aveva avuto in passato stretti rapporti con Giuseppe Salvatore Riina, figlio del superboss Totò. Tra i beni sequestrati 8 aziende, immobili, auto e la palestra 'Body Club' di via Dante, oltre ad aziende operanti nel settore dolciario e della torrefazione del caffè.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Savoia, anche la salma di Vittorio Emanuele III è tornata in Italia

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere