Sabato 10 Settembre 2016 - 11:30

Mafia, sequestrati due miliardi a imprenditore dell'agrigentino

Il 49enne era attivo nel settore della frutta: sigilli della Dia a società e beni

Maxisequestro della Dia

 La Direzione investigativa antimafia di Agrigento ha eseguito la confisca dei beni, per 2 miliardi, riconducibili a un imprenditore 49enne di Palma di Montechiaro (Agrigento), già sottoposti a sequestro, nel maggio 2013.
L'uomo, imprenditore nel settore agro-alimentare, venne arrestato nel 2010, nell'ambito di un'operazione in cui furono contestati i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, il concorso esterno in associazione mafiosa, il riciclaggio e l'intestazione fittizia di beni, riconducibili all'allora latitante, nonché rappresentante provinciale di cosa nostra, Giuseppe Falsone. L'imprenditore è stato ritenuto il tramite tra la grande distribuzione commerciale ed i rappresentanti agrigentini dell'organizzazione criminale mafiosa. Per tale ragione, la Corte d'Appello di Palermo lo ha condannato a tre anni di reclusione.
Con il provvedimento di oggi è stata, invece, disposta la confisca dell'associazione agricola 'La Rotonda dei Pini' (con relativo complesso dei beni aziendali), del 50% delle quote societarie e dell'intero patrimonio della 'Biofrutta s.r.l.' (il restante 50% è già sottoposto a confisca con altro provvedimento), di due fabbricati, di 11 terreni, di un'impresa individuale operante nel settore agricolo (con relativo complesso dei beni aziendali) e il saldo attivo di conti correnti bancari, beni il cui valore è stato complessivamente stimato in oltre 2 milioni e centomila euro.Nell'ambito del medesimo procedimento, successivamente alla sospensione dell'efficacia di finanziamenti comunitari, è scaturita anche la risoluzione di due contratti di compravendita, con patto di riservato dominio, stipulati dall'imprenditore e dalla moglie con l' Ismea, Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma, processo matrimonio Lollobrigida: assolto 'falso' marito

Processo su nozze Lollobrigida: assolto 'falso' marito

A denunciarlo l'attrice, che si era detta vittima di una truffa

Terrorismo, Minniti firma espulsione per tunisino estremista

Terrorismo, firmata espulsione per tunisino estremista

L'uomo era stato arrestato per propaganda jihadista sul web

Corona, collaboratrice: Fuori dalla società c'era la fila di clienti

Corona, collaboratrice: Fuori dalla società c'era la fila di clienti

Il racconto di Alice Perdon, che lavorava con il re dei paparazzi

E' morto Cino Tortorella, il celebre Mago Zurlì: aveva 89 anni

Morto Cino Tortorella, il celebre Mago Zurlì: aveva 89 anni

La figlia Chiara: "Papà se n'è andato in modo sereno"