Martedì 10 Maggio 2016 - 12:30

Mafia, sequestrati beni per 25 milioni a imprenditore di Gela

L'uomo è indiziato di appartenere all'organizzazione mafiosa di Cosa nostra, facente capo al clan Emmanuello

Mafia, sequestrati beni per 25 milioni a imprenditore di Gela

La Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta ha eseguito la confisca di beni per un valore di 25 milioni di euro nei confronti di Sandro Missuto, imprenditore di Gela. L'uomo, 36 anni, è indiziato di appartenere all'organizzazione mafiosa di Cosa nostra, facente capo al clan Emmanuello. Oggetto del provvedimento sono due imprese operanti nel settore della produzione, del trasporto e della fornitura di calcestruzzo, demolizione di edifici e sistemazione del terreno, beni mobili e immobili, tutti a Gela, per un valore complessivo di 25 milioni di euro.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Perquisizione nella sede della Consip

Consip, Sessa e Scafarto sospesi dal servizio per depistaggio

Il colonnello e il maggiore dei carabinieri accusati di aver distrutto prove utili agli inquirenti relative all'inchiesta

Nevicata in Piemonte - Disagi sulla A32 Torino Bardonecchia

Maltempo, ancora allerta in Liguria. Problema trasporti

I fiumi liguri sono sorvegliati speciali per rischio esondazione. Circolazione difficile ma in via di stabilizzazione

Sequestro di madre e figlia fuori dal centro commerciale Valecenter di Venezia

'Ndrangheta, blitz nel reggino: 48 arresti, sequestro per 25 mln

In manette anche l'ex sindaco e un ex assessore di Taurianova. Le accuse sono di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento e porto illegale di armi