Venerdì 24 Giugno 2016 - 15:15

Sequestrati beni per 15 mln a immobiliarista Ciancimino e Riina

L'imprenditore 82enne, tra gli anni Settanta e Ottanta, era vicino al killer di Cosa nostra Pino Greco

Mafia, sequestrati beni per 15 milioni a immobiliarista di Ciancimino e Riina

Sono stati sequestrati beni per oltre 15 milioni di euro dalla guardia di finanza di Palermo nei confronti di un costruttore e immobiliarista di 82 anni, "ritenuto socialmente pericoloso alla luce del particolare ruolo svolto in passato di imprenditore agli ordini della criminalità -  come si legge in una nota - pur non essendo stato mai condannato per associazione di stampo mafioso".

L'imprenditore 82enne, tra gli anni Settanta e Ottanta, era considerato socio e prestanome di Vito Ciancimino e vicino a uno dei più spietati killer di Cosa nostra Pino Greco di Ciaculli, detto 'scarpuzzedda'. Inoltre, pur non essendo formalmente affiliato a 'cosa nostra', era considerato uno degli imprenditori di riferimento dei mafiosi Provenzano, Riina e Ciancimino.

Negli anni Novanta, in seguito alle dichiarazioni del figlio di Vito Ciancimino, Massimo, l'uomo è stato indagato per il reato di associazione mafiosa nell'ambito del procedimento che ha portato alla condanna Marcello Dell'Utri.

Dalla scomparsa dell'impreditore Antonio Maiorana e di suo figlio nel 2007, sono state portate avanti le investigazioni sulle attività di Maiorana che hanno messo in luce le iniziative edilizie condotte dall'uomo, oggi 82enne, con l'appoggio di Ciancimino.

In quegli anni, l'imprenditore è stato azionista di controllo e rappresentante legale della storica Inim- Internazionale immobiliare spa, costituita a Palermo nel 1976 e poi trasferita a Milano. Tale società, secondo gli inquirenti, si è occupata dell'acquisto di grandi aziende fallite (e dei relativi pregiati terreni, resi edificabili) in Lombardia, Piemonte e Lazio, tutte compravendite e speculazioni ad altissimo tasso di utile.

Le fiamme gialle oggi hanno sequestrato oltre cento tra immobili e terreni, tre imprese, 21 rapporti finanziari e cinque vetture.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Elena di Savoia visse mezzo secolo, dedicato a opere caritatevoli e filantropiche, che le fecero meritare la Rosa d'Oro della Cristianità

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone