Venerdì 02 Settembre 2016 - 07:15

Mafia, operazione in sei regioni: 25 misure cautelari

200 carabinieri in azione, a vario titolo risultano indagate 149 persone

Mafia, operazione dei carabinieri in 6 regioni: 25 in arresto

Dalle prime ore della mattina oltre 200 carabinieri stanno dando esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip. del Tribunale di L’Aquila, a carico di 25 persone (di cui 14 in carcere) per associazione di tipo mafioso, traffico di stupefacenti, traffico di armi, estorsione, riciclaggio. Il gruppo criminale, insediatosi in Abruzzo e Molise, ha poi esteso le proprie attività criminali anche nelle regioni limitrofe e all’estero, in particolare nei paesi dell’America latina.

 A vario titolo risultano indagate 149 persone e si sta procedendo anche a sequestro di beni immobili ed attività commerciali, nonché a perquisizioni in Abruzzo, Molise, Calabria, Sicilia, Lazio e Marche. L’organizzazione è costituita da elementi di spicco del clan Ferrazzo di Mesoraca (KR). Il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Franco Roberti renderà noti maggiori dettagli nel corso della conferenza stampa prevista per le ore 12.00 presso il Palazzo di Giustizia di L’Aquila.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Carminati accusa: Il Ros fece una porcheria, omesse le prove

Carminati accusa: Il Ros fece una porcheria, omesse le prove

E' intervenuto nell'ambito del maxiprocesso di 'Mafia capitale'

Corona, ex collaboratori rivelano: Soldi in nero a pioggia, come acqua minerale

Corona, ex collaboratori rivelano: Soldi in nero a pioggia, come acqua minerale

I guadagni non dichiarati, secondo Cardia, erano "tantissimi, impossibili da quantificare"

Omicidio Morganti, domani saranno interrogati i due fermati

Omicidio Morganti, domani saranno interrogati i due fermati

Continuano le indagini per capire se altre persone abbiano avuto un ruolo nel pestaggio mortale

Carminati: Non è mai terminata la guerra del mondo contro di me

Carminati: Non è mai terminata la guerra del mondo contro di me

"C'era una guerra negli Anni Settanta, noi stavamo in guerra con il resto del mondo fino a quando non mi hanno sparato"