Lunedì 29 Maggio 2017 - 09:30

Mafia, confiscati 28 mln di beni a imprenditore vicino ai clan

E' considerato vicino al clan di Barcellona e al clan 'Santapaola' di Catania

Mafia, confiscati 28 mln di beni a imprenditore vicino ai clan

Dalle prime ore della mattina la Dia di Messina, assieme al Centro operativo di Catania diretto dal dirigente di polizia di Stato Renato Panvino, sta eseguendo un decreto di confisca dei beni, emesso dal Tribunale di Messina, apponendo i sigilli al patrimonio di un noto imprenditore del settore del movimento terra, della produzione del calcestruzzo e del comparto agricolo. L'imprentitore è ritenuto contiguo alle cosche mafiose delle province di Messina e Catania, in particolare al clan di Barcellona e al clan 'Santapaola' di Catania. Il decreto è stato emesso a conclusione del procedimento avviato con la proposta di applicazione di misura di prevenzione patrimoniale a firma del direttore della Dia, Nunzio Antonio Ferla. Il provvedimento di confisca interessa aziende, terreni, fabbricati, veicoli e rapporti finanziari per un valore complessivo di oltre 28 milioni di euro. I particolari dell'operazione verranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 10.30, nella nuova sede della Sezione Operativa Dia di Messina, via Monsignor D'Arrigo 5, alla presenza del procuratore della Repubblica, Sebastiano Ardita, e dei sostituti procuratori Angelo Cavallo e Vito Di Giorgio.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, crollo ponte Morandi: ricerche Usar e Cinofili

Genova, 38 morti accertati. Procuratore: "Ancora 10-20 dispersi"

Ipotizzato anche il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti. Oltre 630 gli sfollati

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Crollo ponte Genova, Coltorti: "Investire su controllo e rinnovo"

Il geologo che avrebbe dovuto avere il Mit in un governo solo M5s analizza la tragedia sul Morandi

Antimafia, commemorazione del giudice Paolo Borsellino alla biblioteca comunale

Morta Rita Borsellino, sorella di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia

L'europarlamentare si è spenta a 73 anni a Palermo dopo una lunga malattia