Domenica 22 Luglio 2018 - 18:30

Mafia, due milioni di risarcimento alla famiglia del 13enne ucciso per vendetta

Giuseppe Di Matteo sequestrato e sciolto nell'acido perché il padre era un pentito

È di 2,2 milioni, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, il risarcimento stabilito dal tribunale civile di Palermo che dovrà essere consegnato alla mamma e al fratello di Giuseppe Di Matteo, il bimbo di San Giuseppe Jato ucciso perché il padre si era pentito. I killer sono stati condannati a risarcire la famiglia del 13enne, tenuto prigioniero per oltre due anni e poi sciolto nell'acido.

Per il giudice Paoli Criscuoli "è stata lesa la dignità della persona, il diritto del minore ad un ambiente sano, ad una famiglia, a uno sviluppo armonioso, in linea con le inclinazioni personali, ad un'istruzione. Beni ed interessi di primario rilievo costituzionale che, pertanto, trovano diretta tutela, anche risarcitoria".

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, Autostrade non si scusa: "Misure per vittime, sfollati e ricostruzione"

L'ad della società parla dopo i funerali delle vittime del crollo: "Interventi per mezzo miliardo". Di Maio: "No elemosine"

Genova, crolla parte di un ponte sull'A10: Vigili del Fuoco a lavoro senza sosta

Genova, lettera Mit ad Autostrade: "Contestato gravissimo inadempimento"

Nel testo si comunica l'avvio delle procedure per la revoca delle concessione dopo il "disastro" del ponte Morandi

Salute, Ospedale Molinette: scoperto segreto del sonno e come dormire meglio

Ecco come riposare di più regolando ed abbassando la temperatura del corpo mediante un composto innovativo incorporato nel materasso