Sabato 14 Maggio 2016 - 18:45

Mafia, Alfano: Assegnata una tutela al pm di Ragusa

Lo annuncia in una nota il ministro dell'Interno, Angelino Alfano.

Angelino Alfano

 "Lo Stato e' accanto a chi lavora in prima linea sui territori  specialmente quelli piu' difficili, per il contrasto alla illegalita' e a tutti i fenomeni criminali. In quest'ottica, subito dopo il gravissimo atto intimidatorio subito dal pm di Ragusa Valentina Botti, abbiamo predisposto la convocazione - presso la Prefettura di Ragusa - di una riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia". Lo annuncia in una nota il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. "Il risultato e' stato immediato perche', dopo avere sentito il parere del Procuratore Generale della Corte di Appello di Catania, abbiamo assegnato una misura di tutela al magistrato, proprio in considerazione della sua esposizione al rischio - prosegue - La situazione della sicurezza personale del pm e', inoltre, monitorata con grande attenzione, anche in relazione agli sviluppi delle attivita' investigative a riguardo. Lo Stato non lascia da soli i suoi uomini e utilizza tutti i mezzi che ha a disposizione per proteggere il loro prezioso lavoro".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Vittorio Emanuele III in Italia, la comunità ebraica contro il rientro: "Fatto inquietante"

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere