Venerdì 29 Gennaio 2016 - 14:30

M5S, sindaco Civitavecchia aggredito sotto casa

Vicinanza al sindaco Antonio Cozzolino è stata espressa dal vicepresidente della Camera Luigi Di Maio

Luigi Di Maio

Il sindaco M5s di Civitavecchia (Roma) Antonio Cozzolino è stato aggredito questa mattina sotto casa sua. Cozzolino è andato a farsi medicare al pronto soccorso e poi ha sporto denuncia in commissariato. L'aggressore sarebbe un dipendente di una società partecipata del Comune.

DI MAIO: VICINI A COZZOLINO. "Stamattina hanno aggredito e malmenato il nostro Antonio Cozzolino Sindaco Civitavecchia. Non conosciamo le motivazioni dell'aggressione ed è stata sporta denuncia Antonio sta amministrando un Comune bellissimo, divorato da partiti di destra e di sinistra che lo hanno ridotto in ginocchio. Dobbiamo stargli vicino, sta risanando un Comune indebitato fino all'osso che restituiremo ai cittadini come avevamo promesso. Ci siamo presi la responsabilità di farlo e lo faremo". Lo scrive su Twitter il vicepresidente della Camera (M5S) Luigi Di Maio. "Stiamogli vicino e difendiamolo dalla campagna di odio nei suoi confronti - aggiunge - Continua così Antonio. Siamo tutti con te!".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Confronto su La7 per referendum tra Matteo Renzi e Gustavo Zagrebelsky

Duello tv Renzi-Zagrebelsky su referendum costituzionale

Giurista: A rischio democrazia. Renzi: Cambio l'Italicum

Raggi: "Il Movimento mette in campo i suoi militanti migliori"

Campidoglio, Mazzillo è il nuovo assessore al Bilancio

Colomban va alle partecipate. Raggi: "Il Movimento mette in campo i suoi militanti migliori"

Neo assessore Colomban 'impreparato': Quante metro ci sono a Roma? Non lo so

Neo assessore Colomban impreparato: Quante metro ci sono a Roma? Non lo so

"Io ho già risanato due aziende pubbliche. Ma devo ancora studiare i dossier"

Campidoglio, web pentastellato si divide su nomina Mazzillo

Campidoglio, web pentastellato si divide su nomina Mazzillo

Al centro delle polemiche la non 'verginità' politica del nuovo assessore al Bilancio