Venerdì 18 Novembre 2016 - 16:15

Firme false M5S, 8 indagati in Sicilia. Renzi: Da onestà a omertà

La deputata sicilia La Rocca si è autospesa: ha collaborato alle indagini e avrebbe tirato in ballo nomi eccellenti

M5S, otto indagati per firme false. La Rocca si autosospende

Sono otto, tra attivisti e onorevoli, i 5Stelle indagati dalla procura di Palermo per aver ricopiato in fretta e furia, secondo l'accusa, più di mille firme per presentare la lista alle Amministrative di Palermo, fondamentale per candidarsi alle politiche del 2013. Lo riferisce Live Sicilia, che questa mattina ha dato la notizia. I presunti indagati saranno interrogati al Palazzo di giustizia dal procuratore aggiunto Bernardo Petralia e dal sostituto Claudia Ferrari.

Tra quelli che hanno collaborato con gli investigatori della Digos, la deputata regionale Claudia La Rocca, che oggi avrebbe annunciato di volersi sospendere dal Movimento. La Rocca, oltre ad aver vuotato il sacco, spiegano fonti della procura, avrebbe tirato in ballo una serie di nomi eccellenti nel movimento siciliano.

DI MAIO: SOSPENDETEVI. "Chiediamo a tutti gli indagati nell'inchiesta di Palermo di sospendersi immediatamente dal MoVimento 5 Stelle non appena verranno a conoscenza dell'indagine nei loro confronti a tutela dell'immagine del Movimento e di tutti i suoi iscritti", scrive Luigi Di Maio sul blog di Beppe Grillo

RENZI: 'ORA OMERTA''. "Pensate che chi gridava 'onesta' onesta'' ora ha solo cambiato una consonante e dice 'omerta' omerta'' e si ritrova a difendere le loro firme false". Così il premier Matteo Renzi intervenendo al seminario 'Di riforme si mangia' organizzato dalla senatrice Federica Chiavaroli e dalla Fondazione Costruiamo il Futuro nella sala Koch del Senato.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa: Anche io sarei potuto essere tra gli scartati di oggi

Papa: Anche io sarei potuto essere tra gli scartati di oggi

Messaggio del Pontefice a Ted 2017: Nato in una famiglia di migranti

Consip, Renzi: Voglio sentenza veloce, non cediamo parola onestà

Consip, Renzi: Voglio sentenza veloce, non cediamo parola onestà

"Gli altri politici quando hanno un problema lo nascondono"

Migranti, Corte Conti Ue: In Italia strutture inadeguate

Migranti, Corte Conti Ue: In Italia strutture inadeguate

"Il sistema basato su hotspot ha consentito progressi"