Domenica 14 Maggio 2017 - 09:00

M5S, Grillo: Come Papa Francesco vogliamo essere vicini agli ultimi

Il leader del movimento strizza l'occhio ai cattolici: "Molti si riconoscono nel nostro programma"

M5S, Grillo: Come Papa Francesco vogliamo essere vicini agli ultimi

Nel clima di campagna elettorale permanente, non stupisce l'ultima uscita di Beppe Grillo, che dopo i recenti tentativi di avvicinamento al mondo cattolico del Movimento 5 Stelle, torna a strizzargli l'occhio in un'intervista al Corriere della Sera. "Se questo Papa ha scelto di chiamarsi Francesco è perché ha voluto dare un chiaro segno di vicinanza agli ultimi della nostra società. Con Gianroberto scegliemmo di fondare il Movimento il giorno di San Francesco proprio per lo stesso motivo", spiega il leader M5s, "San Francesco è stato un uomo straordinario: ricordò al mondo che ogni uomo, ogni animale, l'acqua, ogni parte del creato ha la sua importanza e in quanto tale deve essere rispettata e amata. Le nostre battaglie di solidarietà si fondano sullo stesso principio. È naturale che molti cattolici si riconoscano in gran parte del nostro programma".  "Diverse personalità vedono ora in noi una proposta seria e affidabile e molti altri, anche 'insospettabili', si stanno avvicinando con grande rispetto e curiosità. La scelta della squadra di governo spetterà al nostro candidato premier che annunceremo a Italia 5 Stelle in autunno", sottolinea Grillo, "l'affidabilità delle scelte sta nel metodo. Quello che è importante rilevare dei numeri è che sono in costante crescita e ci stiamo organizzando per crescere ancora di più. Stiamo facendo delle migliorie su Rousseau: iscriversi e certificarsi sarà molto più semplice e più sicuro",

Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Quirinale, terzo giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo

Berlusconi attacca: "FI non sosterrà il governo, incompatibili con M5S"

Il leader forzista si scaglia contro "l'ideologia pauperista e giustizialista dei grillini"

Giuseppe Conte arriva alla Camera per le consultazioni

Conte incontra i partiti: al via le consultazioni per formare un nuovo governo

Il primo appuntamento è alle 12 alla Camera. Bonino (+Europa) e Lorenzin (Ap-Psi-Area civica) contrari al governo

Giuseppe Conte al Quirinale per l'incarico

Il governo di Conte parte con lo scetticismo degli industriali

Nulla di quanto è stato paventato dal neo premier è in linea con i desiderata di Confindustria, nemmeno Tav e Tap, eppure Di Maio e Salvini non sembrano preoccuparsi

Giuseppe Conte al Quirinale per l'incarico

Governo, Conte è il nuovo premier. Il giurista accetta l'incarico con riserva

Di Maio esulta: "Inizia la terza Repubblica". Lega: "Pronti a partire"