Venerdì 15 Settembre 2017 - 12:00

M5S e la lotta ai vitalizi, a Grasso e Boldrini: "Noi rinunciamo, fatelo anche voi"

"Questo è il palazzo del Medioevo politico", attacca Di Maio in conferenza stampa alla Camera

M5S e la lotta ai vitalizi. A Grasso e Boldrini: "Noi rinunciamo, fatelo anche voi"

"Rinunciare al trattamento pensionistico privilegiato, applicare anche a noi la legge Fornero e approvare una modifica dei regolamenti di Camera e Senato per applicare i trattamenti previdenziali calcolati sulla base della legislazione vigente". Sono queste le tre richieste formulate dal M5S in una lettera di rinuncia ai 'vitalizi' rivolta al presidente di Palazzo Madama Pietro Grasso e alla presidente di Montecitorio Laura Boldrini.

I parlamentari chiedono una "rinuncia personale" ai presidenti di Camera e Senato "per una questione di equità, dignità e di giustizia sociale". "E' sufficiente che Grasso e Boldrini decidano di farlo, non serve un procedimento legislativo in aula", spiega Laura Bottici, questore del Senato, nel corso della conferenza stampa alla Camera.

"Questo è il palazzo del Medioevo politico, è il palazzo dei privilegi del Medioevo", attacca Luigi Di Maio in conferenza stampa alla Camera. "Noi chiediamo di rinunciare a questi privilegi, è un atto di cui la presidente Boldrini deve solo prendere atto. Noi non siamo come loro, non vogliamo essere come loro. Questo è un atto di rinuncia al Medioevo politico ed è un atto che dice chiaramente ai cittadini italiani: o noi o loro. Questo Paese non si cambia con le leggi ma con le istituzioni che danno l'esempio", aggiunge.

"I presidenti di Camera e Senato - prosegue Di Maio - dovranno solo prendere atto della nostra rinuncia al privilegio".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni a piedi nei pressi di palazzo Chigi

Gentiloni lascia Chigi e scherza: "Non mi hanno mostrato la stanza dei bottoni"

Il premier uscente ha salutato i dipendenti: "Dovrebbe arrivare il nuovo esecutivo. Lasciamo il Paese con più lavoro, più diritti e conti a posto"

Giuseppe Conte entra alla Camera dei Deputati

Governo, si allungano i tempi. Conte lavora sulla lista dei ministri, incontro informale al Colle

Il premier incaricato dal governatore della Banca d'Italia a Palazzo Koch, poi vertice con Salvini e Di Maio. Conte non scioglierà la riserva prima di sabato

Il Presidente Mattarella a Civitavecchia in occasione della partenza della "Nave della Legalità"

Il Colle non ci sta: "Tema non sono veti, ma diktat su Mattarella e Conte"

Trapelano malumori per la posizione di Di Maio e Salvini su Savona all'Economia

Quirinale, Consultazioni

Salvini: "Pace fiscale e autonomia le priorità". E insiste su Savona al Mef

Una persona che vuole ridiscutere le regole europee "è un vanto per l'Italia, non un disvalore"