Lunedì 16 Gennaio 2017 - 08:00

Fusione tra Luxottica e Essilor: nasce il colosso degli occhiali

Operazione da 46 miliardi. Il closing è previsto per il secondo semestre del 2017: 140.000 dipendenti e vendite in oltre 150 Paesi

Nasce il colosso degli occhiali, Luxottica si fonde con Essilor: operazione da 46 miliardi

 Essilor e Delfin annunciano oggi la firma di un accordo volto a creare, attraverso la combinazione di Essilor, quotata a Parigi, e Luxottica, quotata a Milano e New York. La capitalizzazione di mercato è di 46 miliardi di euro. Il closing è previsto per il secondo semestre del 2017. Essilor e Luxottica avrebbero più di 140.000 dipendenti e vendite in oltre 150 Paesi. Sulla base dei risultati annuali del 2015 delle due società, il nuovo gruppo avrebbe realizzato ricavi netti per oltre 15 miliardi e un Ebitda netto combinato di circa 3,5 miliardi. Sulla base di un'analisi preliminare, il nuovo gruppo prevede di generare nel medio termine progressivamente sinergie di ricavi e di costi per un ammontare tra 400 e 600 milioni. L'operazione consisterebbe nel conferimento in Essilor da parte di Delfin dell'intera partecipazione da essa detenuta in Luxottica, pari al 62%, a fronte dell'assegnazione di azioni Essilor di nuova emissione sulla base del rapporto di scambio pari a 0,461 azioni Essilor per 1 azione Luxottica. Essilor diverrebbe una società holding col nuovo nome di 'EssilorLuxottica'.

 A seguito dell'operazione, Delfin deterrebbe una partecipazione al capitale di EssilorLuxottica compresa tra il 31% e il 38%1, divenendone il primo socio. I diritti di voto di tutti i soci di EssilorLuxottica sarebbero limitati al 31% e sarebbe eliminato ogni diritto di voto doppio. L'operazione è soggetta alla procedura di informazione e consultazione dei rappresentanti dei lavoratori di Essilor prevista dalla legge francese. Il cda di Essilor in data 15 gennaio 2017 ha approvato all'unanimità l'accordo con Delfin. Il cda di Luxottica, tenutosi lo stesso giorno, ha riconosciuto all'unanimità che l'operazione è nel miglior interesse di Luxottica. Il Presidente di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, assumerebbe la carica di presidente esecutivo e a.d. di EssilorLuxottica. Il presidente e ceo di Essilor, Hubert Sagnières, assumerebbe la carica di vicepresidente esecutivo e a.d. di EssilorLuxottica, con i medesimi poteri. Il cd di EssilorLuxottica sarebbe composto da sedici amministratori: otto amministratori nominati da Essilor, otto amministratori nominati da Delfin. Essilor International, una volta completato il conferimento sopra indicato, e Luxottica manterrebbero i rispettivi consigli di amministrazione.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Salvini alla festa di Natale del partito a Palermo

Flat tax ed evasione fiscale: funziona davvero? Viaggio nei Paesi che l'hanno già

Da Salvini a Berlusconi, l’aliquota uguale per tutti è una promessa elettorale. Ma ma non è detto che riduca la tendenza a non pagare le tasse

Ortofrutta che passione: è un quarto della spesa degli italiani

Domanda in crescita anche grazie alla passone per centrifughe e frullati. Al primo posto mele e patate

Convegno etica trasparenza e sviluppo in prefettura

Via libera del governo al rinnovo contratto degli statali

Ok anche al pagamento degli arretrati e degli aumenti previsti

Ferrero compra dolci Usa di Nestlé, affare da 2,4 mld euro

Con l'acquisizione, Ferrero diventa la terza più grande azienda dolciaria negli Stati Uniti