Martedì 09 Gennaio 2018 - 12:15

Lorenzin presenta il simbolo di Civica Popolare: "Fiore 'petaloso', non margherita"

La ministra della Salute cerca di spegnere le polemiche sul logo

Roma, la presentazione del simbolo della lista "Civica popolare-con Lorenzin"

Beatrice Lorenzin presenta il simbolo della sua lista 'Civica Popolare' e fornisce alcune precisazioni dopo le accuse di volersi appropriare del logo della Margherita. "Questo simbolo ha una storia. In cima c'è un fiore 'petaloso', frutto dell'immaginazione di un bambino. Qualcuno ci vuole vedere una margherita? Assolutamente non va vista. Non stiamo cercando un riferimento botanico, lo diciamo viste le polemiche", spiega Lorenzin. "Crescita, speranza e futuro sono le tre parole chiave di questo fiore. Non è una margherita, per me è una peonia -aggiunge - Me lo ha regalato un bambino figlio di una mia amica".

 

Loading the player...

Poi passa all'attacco. "La campagna elettorale in atto mi sembra quella di Cetto Laqualunque, a chi la spara più grossa. Gli italiani hanno capito che si tratta di promesse non mantenibili". "Abbiamo vaccinato gli italiani, ma credo che l'Italia abbia bisogno di un vaccino contro l'incapacità e dai populismi e gli estremismi. Vogliamo introdurre un nuovo farmaco: l'ascolto".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Pd, squadra governo in campo. Renzi: "No polemiche, minoranze garantite"

Il segretario dem: "La convinzione che ci siano posti sicuri è superata. Tutto è molto contendibile. Il posto sicuro in questo caso ce l'ha chi sul collegio i voti li trova"

Carlo De Benedetti ospite a "Otto e Mezzo"

De Benedetti contro tutti: "Riforma popolari segreto Pulcinella, Scalfari ingrato"

L'ingegnere parla del suo rapporto con il potere e non lesina giudizi in vista della prossime elezioni politiche

Giugliano in Campania, militari dell'esercito italiano presidiano la 'Terra Dei Fuochi'

Ok Camera a missioni internazionali: 870 militari in partenza

Quattrocento verranno mandati in Libia, 470 in Niger. Forza Italia e Fratelli d'Italia votano a favore

Il presidente francese Emmanuel Macron in visita a Roma

Elezioni, Mattarella: "Astensionismo mina democrazia. Nessuno deve chiamarsi fuori"

Il presidente della Repubblica: "Cittadini e istituzioni devono essere attivi e attivarsi in vista di questa scadenza"