Sabato 16 Settembre 2017 - 12:00

Londra, la polizia arresta un 18enne a Dover per l'attacco alla metro. L'Isis rivendica

Lo rende noto la BBC

Parsons Green incident

C'è un primo arresto per l'attentato nella stazione della metro di Parsons Green: si tratta di un diciottenne catturato dalla polizia del Kent nella zona del porto a Dover, nel sud del Regno Unito. Il sospetto è stato portato nel commissariato locale ed è in attesa di essere trasferito a Londra per essere interrogato. Ad annunciarlo è stato il commissario di Scotland Yard Neil Basu: si tratta "di un arresto significativo" ma "anche se siamo soddisfatti per i progressi compiuti, l'indagine continua e il livello di minaccia resta serio". Intanto, il governo di Londra non ha modificato le misure di sicurezza adottate ieri, dopo che una bomba è esplosa ferendo 29 persone in un treno della District Line non lontano dalla stazione londinese di Parsons Green: centinaia di soldati restano dispiegati nei siti strategici, come la rete trasporti e lo stadio di calcio (oggi si giocano le partite della Premiership inglese).

I militari si trovano anche nei siti nucleari per 'liberare' agenti da mandare nelle strade. La premier Theresa May ha ribadito che il livello di allerta resta critico, il che significa che un altro attacco potrebbe essere imminente. "Per questo periodo - ha spiegato May parlando alla tv - il personale militare sostituirà i funzionari di polizia di guardia in alcuni siti protetti". Nel frattempo, questa mattina ha riaperto la fermata di Parsons Green. L'esplosione è avvenuta all'ora di punta, quando molti passeggeri stavano raggiungendo il posto di lavoro nel centro di Londra. Alcuni dei feriti hanno riportato ustioni al volto mentre altri sono rimasti travolti dal 'fuggi fuggi' generale avvenuto dopo l'esplosione. Nessuno si trova in gravi condizioni. Quello di ieri è stato il quinto attacco terroristico nel Regno Unito dall'inizio dell'anno ed è stato rivendicato dallo Stato islamico: il comunicato, pubblicato da Amaq e rilanciato da Site, fa riferimento alla presunta azione di "un distaccamento", come a lasciar immaginare una rete di complici dietro l'attentato.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Golpe in Zimbabwe: il presidente Mugabe nelle mani dell'esercito

Zimbabwe, Cnn: Mugabe accetta di dimettersi, immunità per lui e moglie

Il presidente ha deciso di lasciare e ha già scritto la lettera

Germania, fallite le trattative per la coalizione: si rischia il ritorno alle urne

Il leader della Fdp: "E' meglio non governare che farlo nel modo sbagliato". Merkel oggi dal presidente Steinmeier

Immagini storiche retrospettive

Infanzia difficile e omicidi spietati: chi era Charles Manson, mostro del massacro di Bel Air

Alla fine degli anni '60 guidava una setta, chiamata la 'Famiglia': in cui si fusero anche le credenze in Scientology e in Satana, e l'odio per i neri

Manson

Morto Charles Manson, autore di una serie di omicidi 'satanici' negli anni '60

Fu uno dei criminali più feroci del ventesimo secolo. Tra le vittime del 'guru' della setta 'Family' anche Sharon Tate moglie del regista Roman Polanski