Sabato 17 Giugno 2017 - 21:45

Londra, morti i 58 dispersi nel rogo. May fa autocritica

Dopo le proteste, la premier ha ricevuto i parenti delle vittime nell'incendio del grattacielo

Londra, morti i 58 dispersi nel rogo. May ammette: Sostegno a famiglie insufficiente

La premier britannica Theresa May ha diffuso una dichiarazione in cui, a proposito dell'incendio nel grattacielo Grenfell di Londra, ammette che "il sostegno sul terreno alle famiglie che avevano bisogno di aiuto o di informazioni di base, nelle prime ore dopo questo disastro scioccante non è stato sufficientemente buono". Oggi May ha ricevuto Downing Street alcune delle persone coinvolte nell'incendio di mercoledì nel grattacielo Grenfell Tower di Londra, dopo le critiche dei residenti per non averli incontrati.

Sono 58 le persone che risultano disperse nell'incendio e a questo punto vengono considerate morte. Lo ha annunciato in conferenza stampa il capo della polizia di Londra, Stuart Cundy, aggiungendo che i dispersi potrebbero essere di più dal momento che è possibile che all'interno del palazzo si trovassero anche degli ospiti. Cundy ha anche chiesto a chiunque abbia foto relative all'incendio del grattacielo di fornirle alla polizia e a chi sia riuscito a fuggire e mettersi in salvo dal rogo di contattare le autorità, che nell'ambito delle indagini proveranno anche grazie alla loro testimonianza a ricostruire l'accaduto e ad accertare il numero esatto delle persone che si trovavano all'interno.

Nel grattacielo sono morti intrappolati i due fidanzati italiani 27enni Gloria Trevisan e Marco Gottardi. Lei, di Camposampiero in provincia di Padova, lui di San Stino di Livenza, Venezia. Entrambi veneti ed architetti: due giovani vite spezzate tra le fiamme

Il Segretario di stato vaticano, Pietro Parolin, ha inviato a nome del Santo Padre un telegramma di cordoglio al Cardinale Vincent Nichols, Arcivescovo di Westminster per le vittime. Nel telegramma si epsrime la "tristezza" del Santo Padre per il "devastante incendio e la tragica perdita di vite umane". Papa Francesco "affida le anime di coloro che sono morti alla misericordia amorevole del Signore e offre le sue solenne condoglianze alle loro famiglie. Con l'apprezzamento per i coraggiosi sforzi del personale di servizio di emergenza ed il sostegno a chi ha perso la propria casa"
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Figli segregati in casa in California: genitori accusati di tortura

Tredici giovani legati ai letti senza cibo né acqua. Interrogati sul motivo, David Allen e Louise Anna Turpin non hanno saputo dare spiegazioni alla polizia

Burma Rohingya crisis

Rohingya rimpatriati entro due anni in Birmania: la paura dei profughi

Raggiunto un accordo con il Bangladesh. Ma i rifugiati, in fuga dalle violenze, non vogliono tornare nello Stato di Rakhine

Dodici ragazzi segregati e legati in una casa in California

Arrestati i genitori. E' successo a Perris, a est di Los Angeles. Una si è liberata e ha chiamato la polizia. Una scena infernale

Anversa, crolla una palazzina: due morti tra le macerie. Escluso il terrorismo

L'esplosione potrebbe essere partita dalla pizzeria italiana al piano terra. Sono 14 i feriti, 5 gravi. Alcuni abitanti estratti vivi