Giovedì 15 Giugno 2017 - 08:00

Londra, 12 morti nel rogo del grattacielo: 2 italiani dispersi

Sono Marco Gottardi e Gloria Trevisan, entrambi originari del Veneto. Almeno 74 i feriti, di cui 20 in condizioni critiche

Londra, anche due italiani dispersi nel rogo del grattacielo. Salgono a dodici i morti

Un gigantesco incendio ha inghiottito un grattacielo di 24 piani a Londra, in un inferno di fuoco che dopo 12 ore continua a bruciare. Le fiamme sono divampate intorno alle 2 italiane nella Grenfell Tower di North Kensington, non lontano da Notting Hill, e centinaia di vigili del fuoco sono intervenuti in pochi minuti. Sono 12 le persone morte nell'incendio. Almeno 74 i feriti portati in sei ospedali, di cui 20 in condizioni critiche, mentre testimoni raccontano scene di panico e persone lanciate dalle finestre per salvarsi dalla trappola del fuoco. La premier Theresa May ha convocato una riunione d'emergenza delle autorità coinvolte, definendosi "profondamente addolorata dalla perdita di vite".

ITALIANI DISPERSI. Fonti della Farnesina spiegano che al momento risultano dispersi due italiani nel rogo. Sono Marco Gottardi e Gloria Trevisan, entrambi sono originari del Veneto. La notizia arriva da Pamela Pizziolo, cugina di Gottardi che su facebook posta una foto sorridente dei due e chiede notizie.

"C'erano degli italiani che vivevano nella torre", afferma Beatrice Antonini dell'agenzia immobiliare Real Estate Genius ai microfoni di Radio 24 e aggiunge: "Nella torre abbiamo cinque appartamenti affittati e alcuni clienti sono italiani", in particolare sono "due famiglie italiane con bambini. Al momento non abbiamo saputo niente di loro". A Radio 24  Antonini sottolinea: "Non sappiamo cosa sia successo e mi sto recando sul posto per avere maggiori informazioni e sapere se i miei clienti stanno bene". "Ho saputo che gli allarmi anti incendio non hanno funzionato. Mi sembra grave e incomprensibile perché la torre è sempre stata controllata perfettamente", spiega la donna. Alla giornalista che le chiede maggiori dettagli sui controlli effettuati all'interno della torre la rappresentante dell'agenzia risponde:  "Noi facciamo ogni tre mesi dei controlli negli appartamenti e ci aggiorniamo coi proprietari e col sindacato che gestisce la  torre. Tutti i controlli erano normali e non si capisce cosa sia successo".

LEGGI ANCHE Londra, papà italiano disperso: Ultimo contatto nella notte alle 4

L'origine dell'incendio non è ancora stata chiarita e le operazioni per contenere le fiamme proseguono, così come la ricerca di sopravvissuti e vittime, hanno fatto sapere i vigili del fuoco intorno alle 13 italiane. Poco prima avevano segnalato che i pompieri erano riusciti ad arrivare sino al 21esimo piano. "Questo è un incidente senza precedenti. Nei miei 29 anni come pompiere non ho mai visto nulla di questa portata", ha detto Dany Cotton, responsabile dei vigili del fuoco londinesi. Sul posto sono intervenuti circa 200 pompieri con 40 autocisterne, oltre alla polizia e altri veicoli speciali, più 20 ambulanze. A ostacolarli, il timore che l'edificio collassasse, poi fugato da un esperto di ingegneria strutturale che ha definito il palazzo stabile nonostante i gravi danni.

Loading the player...

Dai testimoni sono arrivati racconti drammatici, seppur senza conferme delle autorità. Alcuni hanno detto ai media di aver visto persone invocare disperatamente aiuto dalle finestre del palazzo e poi lanciarsi di sotto. Altri, di aver visto o sentito raccontare di genitori che hanno lanciato i propri figli piccoli dalle finestre, anche dal decimo e undicesimo piano. Secondo i loro racconti, i piccoli sarebbero così sopravvissuti. Alcuni inquilini, invece, hanno detto a Bbc di essere riusciti a fuggire perché avvertiti del pericolo dai vicini di casa, perché l'allarme antincendio non avrebbe suonato.

LEGGI ANCHE Incendio Grenfell Tower: in passato denunce su carenze sicurezza

E su possibili carenze nei sistemi di sicurezza, i media britannici hanno sottolineato che in passato gli inquilini avevano più volte denunciato falle, nel 2013 e nel 2016. Il palazzo di 120 appartamenti, alto 68 metri e costruito nel 1974, è stato sottoposto a lavori di ammodernamento iniziati nel 2014 e conclusi lo scorso anno, per un valore 10 milioni di sterline. È stato dotato di un rivestimento esterno e di un nuovo sistema di riscaldamento, e vi sono stati ricavati nove nuovi appartamenti.

Nel 2013 l'associazione dei residenti Grenfell Action Group aveva denunciato che l'accesso dei veicoli dei servizi di emergenza era "gravemente limitato", ha riportato il Guardian, e aveva segnalato alle autorità locali che il controllo degli estintori era in ritardo di oltre 12 mesi rispetto ai termini di legge, mentre alcuni non erano controllati dal 2009. Nel 2016 espresse di nuovo preoccupazione per l'unica uscita di emergenza, avvertendo che in caso di incendio le persone sarebbero rimaste intrappolate. Il sindaco Sadiq Khan, che nella notte ha dichiarato la situazione un "grave incidente" aprendo a massicce misure di emergenza, ha promesso che sarà fatta luce sulle condizioni di sicurezza.
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona, padre di Bruno: "Mio nipote salvo per mia nuora"

Il racconto del papà di Gulotta, il 35enne italiano morto nell'attentato terroristico sulle Ramblas: "Mi sento vuoto"

FILE PHOTO: National Constituent Assembly's President Delcy Rodriguez speaks during a session of the assembly at Palacio Federal Legislativo in Caracas

Venezuela, parlamento rifiuta 'scioglimento' da Costituente

L'assemblea eletta lo scorso 30 luglio ha approvato oggi un decreto con cui assume il potere di votare le leggi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie