Sabato 25 Novembre 2017 - 18:30

Chi è Dario Violi, candidato M5s alla presidenza della Lombardia

L'annuncio a un evento del M5s a Milano ai Magazzini generali

casa del Giovane - incontro programmatico del M5s

Dario Violi è il candidato scelto dal Movimento 5 Stelle per la carica di Presidente della Regione Lombardia. Violi ha ottenuto 793 nelle "Regionarie" che si sono tenute sulla piattaforma Russeau giovedì 23 novembre scorso e che hanno coinvolto 4286 iscritti del movimento in Lombardia.

Violi, 32 anni, è nato a Lovere e vive a Bergamo. È sposato e ha 2 figli di tre anni e quattro mesi. È laureato in Scienze Politiche, specializzato in Cooperazione Internazionale, e vanta un ampio curriculum nel mondo del volontariato. Ha collaborato in Bosnia e in Albania con educatori dell'infanzia locali per progetti per i ragazzi che hanno vissuto in scenari di guerra e nel 2009 a Buenos Aires con la Caritas Argentina, dove ha curato la progettazione, lo sviluppo, la formazione professionalizzante e i rapporti con Ministeri, Associazioni e Sindacati.

Ha esperienze di volontariato anche in comunità per senzatetto e detenuti (Comunità Don Milani di Sorisole) e con l'unità di strada a supporto delle prostitute (Caritas di Darfo). Dal gennaio 2010 fino all'elezione in Consiglio regionale, nel marzo 2013, ha lavorato per un'associazione di imprenditori e si è occupato di scrittura e gestione di progetti innovativi per start up, investimenti nell'ambito della Pmi e di progettazione per la formazione professionale.

Loading the player...

Dal 2013 è Portavoce in Consiglio regionale per il MoVimento 5 Stelle e membro delle Commissioni Sanità e politiche sociali, Attività produttive e lavoro e della Commissione speciale per il riordino delle Autonomie locali. Si è avvicinato al Movimento 5 Stelle nel giugno del 2011 e ha collaborato con il gruppo "Rifiuti Zero" partecipando alle campagne di sensibilizzazione "Zero privilegi" (autunno 2011) e contro la costruzione dell'Autostrada IPB (primavera 2012).

Eletto in consiglio Regionale nel 2013 ha lavorato sui temi dell'economia e del lavoro e si è occupato in prima persona di limitare l'impatto sui lavoratori e le loro famiglie in decine di casi di aziende lombarde che hanno delocalizzato la produzione o cessato le attività. Ha ottenuto l'inserimento nella Riforma del Testo Unico delle Imprese della sperimentazione della moneta complementare e il fascicolo elettronico d'impresa per alleggerire la burocrazia e rendere più efficaci i controlli. Nella veste di Commissario alla Sanità è stato protagonista dell'opposizione al progetto di riforma sanitaria anche con la presentazione di 22 mila tra emendamenti e ordini del giorno.

Scritto da 
  • Laura Carcano
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo Genova, i vigili del fuoco proseguono ispezione area ponte

Genova, Mit e Autostrade nel mirino. Pressing per dimissioni Ferrazza

Bufera sull'architetto alla guida della commissione d'inchiesta del ministero

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, M5S: "Forza Italia e Pd hanno favorito i concessionari autostradali"

Per i pentastellati "sono stati proprio i governi di centrodestra e centrosinistra a costruire un sistema insano"

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, Governo all'opera: studia 'piano Giorgetti' e dialoga con Fi

La proposta del sottosegretario alla presidenza del Consiglio: "Non riguarderà solo autostrade e ponti ma anche le scuole. Sarà un'operazione di manutenzione senza precedenti"

Genova, crollo Ponte Morandi: Matteo Salvini sul luogo del disastro

Autostrade, l'ipotesi nazionalizzazione agita il governo e la Lega

Fa discutere anche il voto del Carroccio, nel 2008, a favore della conversione del decreto 'Salva Benetton'