Venerdì 20 Maggio 2016 - 23:00

Livorno-Lanciano 2-2, labronici in Lega Pro

Un pari che non basta ai toscani, che sprecano un vantaggio di due reti facendosi rimontare nella ripresa dagli abruzzesi

Livorno - Lanciano

Il Livorno saluta la Serie B al termine di una sfida vietata ai deboli di cuore, la Virtus Lanciano si giocherà la permanenza ai playout. Al 'Picchi' finisce 2-2 l'incontro valido per la 42/a ed ultima giornata del campionato cadetto: un pari che non basta ai toscani, che sprecano un vantaggio di due reti facendosi rimontare nella ripresa dagli abruzzesi che all'intervallo sembravano ormai spacciati. Gara nervosa e caratterizzata da ben tre espulsioni.

Prima occasione targata Lanciano, con una conclusione da fuori area di Bacinovic deviata in corner da Ricci. Risponde il Livorno con il tentativo di Aramu, con palla che si spegne fuori di poco. E' proprio l'attaccante piemontese e portare in vantaggio i labronici al 25' battendo Cragno con un gran sinistro dal limite. Sulle ali dell'entusiasmo, il Livorno si rende ancora pericoloso con Aramu e i tentativi di Ceccherini e Vajushi. Ma è la serata di Aramu: il suo bolide mancino, con palla che si insacca sotto l'incrocio, vale il 2-0 (47'). Ad inizio ripresa padroni di casa vicini al tris con un'incornata di Vajushi, Cragno è attento. C'è poi lavoro per Ricci, sul colpo di testa di Marilungo. Ci prova quindi Vantaggiato, ma dal possibile 3-0 amaranto si passa al 2-1: Ricci abbatte in area Ferrari, il portiere di casa si vede sventolare il rosso. Il successivo rigore viene trasformato dallo stesso Ferrari (25').

I toscani provano a reagire con una bella girata di Fedato, senza esito, ma al 38' si concretizza la rimonta abruzzese: il neo entrato Pinsoglio si lascia incredibilmente sfuggire il pallone, ne approfitta Turchi che firma il 2-2 e gela il 'Picchi'. Lo stesso Turchi, poco dopo, ha la palla del possibile sorpasso, ma spreca di testa. Poi Pinsoglio si riscatta opponendosi a Bonazzoli e negando così il terzo gol al Lanciano. Finale tesissimo. Si ristabilisce la parità numerica con il rosso a Giandonato, poi sono protagonisti indiscussi i portieri: Cragno salva la Virtus due volte su Vantaggiato, Pinsoglio risponde a Salviato. In pieno recupero, altro rosso nelle file del Lanciano: fuori Di Francesco. Ma il dramma è del Livorno, che saluta la Serie B e scende in Lega Pro insieme al Modena. Il destino degli abruzzesi passerà invece dai playout.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.