Mercoledì 02 Agosto 2017 - 14:15

Libia, Montecitorio dà il via libera alla missione navale: 328 sì

La ministra Pinotti ha precisato: "Nessuna ingerenza, il compito è rafforzare la sovranità"

Libia, la Camera dà il via libera alla missione navale: 328 sì

Passa alla Camera con 328 sì e 113 no la risoluzione della maggioranza sulla missione in Libia. Ieri, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, ascoltata dalle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato, ha messo in chiaro quali saranno i confini della missione navale: "Escludo categoricamente che si possa trattare di un blocco navale, che è un atto ostile. Non stiamo parlando di questo, ma di una richiesta di sostegno ed aiuto alla Guardia costiera libica"italiana in Libia assicurando che: "Tutte le attività si svolgeranno sulla base delle esigenze delle autorità libiche e, quindi, nel più stretto coordinamento con loro. Non si profila alcuna ingerenza o lesione della sovranità libica. Il nostro obiettivo è di rafforzare tale sovranità". La richiesta di 'supporto' arrivata lo scorso 23 luglio dal premier libico Fayez al Sarraj, avrà quindi l'obiettivo di  gestire il flusso di migranti dall'Africa all'Europa.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie