Mercoledì 09 Marzo 2016 - 13:15

Libia, attesa per l'autopsia degli italiani uccisi

Il legale della famiglia Failla: "L'integrità dei corpi è essenziale per i rilievi"

Casa di Salvatore Failla, il tecnico dell'azienda Bonatti ucciso in Libia

Un medico militare italiano, arrivato a Tripoli ieri insieme alla delegazione dell'unità di crisi della Farnesina è pronto a prendere parte all'esame autoptico sui corpi di Salvatore Failla e Fausto Piano. Secondo quanto si apprende da fonti bene informate, l'esame, richiesto dalla procura di Tripoli, non sarebbe ancora iniziato. Precedentemente sulla sua pagina Facebook il Sabratha Media Center aveva detto che l'autopsia era in corso, precisando che le salme saranno poi consegnate ai rappresentanti delle autorità italiane. Il profilo pubblica inoltre alcune fotografie che mostrano salme e mezzi dei servizi medici di emergenza ed elicotteri, all'aeroporto di Tripoli.  Era previsto per oggi il rientro in Italia dei corpi dei due tecnici italiani presi in ostaggio e uccisi in Libia durante un trasferimento. Ieri sera le salme sono rimaste bloccate: infatti già ieri sera era previsto il loro rientro a Ciampino. Una volta in Italia l'autopsia sui corpi sarà eseguita all'Istituto Legale del Policlinico Gemelli.

 

وصلت يوم أمس إلى مطار امعيتيقة جثث الإيطاليين الذين قُتلوا في مدينة صبراتة في المواجهات الأخيرة مع داعش ومعهم أيضا ستة ج...

Pubblicato da ‎المركز الإعلامي صبراتة - Sabratha Media Center‎ su Mercoledì 9 marzo 2016

"Sono stato questa mattina dal pm Sergio Colaiocco il quale, in questo quadro di kafkiana mi ha detto che quantomeno l'unica certezza era costituita dal fatto che l'autopsia non si sarebbe fatta a Tripoli". Queste le parole di Francesco Caroleo Grimaldi, legale della famiglia Failla, che sottolinea: "La signora Failla ha chiamato l'unità crisi della Farnesina e da lì le hanno detto che, in ogni caso, si tratterebbe soltanto di un'ispezione esterna dei corpi con tac e radiografia sui corpi". Secondo Caroleo Grimaldi "sul piano giudiziario l'integrità dei corpi e la genuinità dei rilievi autoptici diventa qualcosa di essenziale - sostiene il legale - soprattutto dopo l'intervista che ho letto questa mattina del ministro degli Esteri di Tripoli che Failla e Piano erano stati uccisi con un colpo alla nuca. E' chiaro che questa circostanza stride rispetto a quelli che sono i nostri orientamenti sulla dinamica dei fatti".

Sulle rassicurazioni delle ore passate secondo le quali l'autopsia non sarebbe stata effettuata a Tripoli Caroleo Grimaldi prosegue: "Era l'unica cosa che confortava la signora Failla. Se non che guardando il tg la signora ha appreso la notizia dell'autopsia in corso, che chiaramente l'ha lasciata ancora più sgomenta. Non ha neanche chiuso occhio durante tutta la notte perché pensava di dover andare a Ciampino a recuperare il marito, le lascio immaginare in che condizioni si trovi".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Per 8 italiani su 10 caffè è il rito della mattina

Per 8 italiani su 10 caffè è rito irrinunciabile della mattina

Le donne in percentuale sono più 'coffee lovers' degli uomini

Georgia, Santa messa di Papa Francesco allo stadio Meskhi

Nessuna delegazione ortodossa georgiana a messa del Papa

Al termine, Bergoglio ha salutato i "fedeli della Chiesa Ortodossa georgiana presenti"

Mafia, confische per 2mln in operazione contro 'ndrina tra Toscana e Calabria

Mafia, confische per 2mln tra Toscana e Calabria

Tra gli immobili confiscati anche lo studio legale Pisani

Trapani, sequestrato allevamento di volatili per maltrattamento di animali

Trapani, sequestrato allevamento di volatili

Canarini e pappagalli in un angusto garage della città