Venerdì 28 Luglio 2017 - 13:15

Gentiloni: Ok a navi italiane in Libia. Missione rafforza sovranità

E rassicura: "Non è invio di grandi flotte o squadriglie aeree"

Italian Prime Minister Gentiloni talks during a news conference at Chigi Palace in Rome

"Il controllo delle frontiere e del territorio nazionale è un pezzo del percorso della sicurezza della Libia. Non è un'iniziativa contro la sovranità libica ma per rafforzare la sovranità libica. E' un dovere parteciparvi. Stiamo rispondendo a una domanda di supporto alla guardia costiera libica". Lo ha annunciato il premier Paolo Gentiloni dopo il cdm.

"La stabilizzazione della Libia - ha continuato - è una nostra priorità. Il supporto alla guardia costiera è una tappa importante che può avere delle conseguenze rilevanti sui flussi migratori. Auspico che la missione di supporto abbia un consenso largo in Parlamento quando sarà presentata alle Camere probabilmente martedì Abbiamo chiaro che si tratterà in questi mesi, di proseguire e accelerare nel lavoro del rafforzamento delle organizzazioni internazionali che già si occupano dei centri di accoglienza dei migranti in Libia".

"Il Cdm ha approvato la missione di supporto operativo alla guardia costiera libica. Quello che abbiamo approvato è né più né meno quello che ci è stato richiesto dal governo di accordo nazionale libico. Credo sia molto importante consisderare questo come un passo in avanti nel contributo italiano alla capacità delle autorità libiche di condurre la loro iniziativa contro gli scafisti e di rafforzare la loro capacità di controllo delle frontiere nazionali. E' un pezzo del percorso di stabilizzazione della Libia, a cui siamo particolarmente affezionati e su cui siamo impegnati da alcuni anni in molti settori anche di collaborazione economica. E' importante che il mondo dei media italiani ci aiuti a presentare l'iniziativa per quello che è: è un'iniziativa che ci aiuta a rafforzare la sovranità libica, non è certo un'iniziativa che si prende contro la sovranità libica. Sarebbe non rispecchiare la sostanza della decisione del governo presentarla come un enorme invio di grandi flotte e squadriglie aeree. Stiamo parlando di una richiesta a cui abbiamo aderito di supporto alla guardia costiera libica". 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Palermo, strage di via D'Amelio in cui perse la vita il giudice Borsellino

Mafia, 26 anni fa la strage in via D'Amelio. Mattarella: "Non smettere di cercare la verità"

Il capo dello Stato: "Borsellino, insieme a Falcone, è diventato il simbolo dell'Italia che non si arrende alla criminalità organizzata"

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Migranti, altri morti e scontro Open Arms-Salvini. Mattarella invoca 'accoglienza'

Una imbarcazione è affondata al largo del nord di Cipro e il bilancio è di almeno 19 morti. Un'altra nave con migranti a bordo bloccata di fronte alla Tunisia

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

Rai, Alberto Barachini: chi è il nuovo presidente della vigilanza

Giornalista, dal 1999 è cresciuto nella squadra Mediaset. Alle ultime elezioni politiche, Silvio Berlusconi lo ha voluto nella squadra dei candidati azzurri