Martedì 02 Febbraio 2016 - 15:30

Libia, Fabius: Italia e Francia vanno nella stessa direzione

La priorità non è sul piano militare, ma quello politico ha ribadito il ministro degli Esteri francese alla Farnesina

Libia, Fabius: Italia e Francia vanno nella stessa direzione

Italia e Francia vanno "nella stessa direzione" per affrontare la crisi libica: la priorità non è sul piano militare, ma quello politico. Lo ha detto il ministro degli Esteri della Francia, Laurent Fabius. "Bisogna spingere verso un governo di unità nazionale - ha detto Fabius, alla Farnesina per la conferenza sull'Isis - ciò che preoccupa è la presenza crescente di Daesh in Libia".

 

NESSUN INTERVENTO IN LIBIA. "Non è assolutamente previsto un nostro intervento militare in Libia". Lo ha detto il ministro degli Esteri della Francia, Laurent Fabius, a margine della Conferenza internazionale sull'Usis che si tiene alla Farnesina. Parlando con alcuni giornalisti, il capo della diplomazia di Parigi ha ammesso che ci sono "pressioni (verso l'intervento ndr) ma questa non è la posizione del governo".

PASSAPORTI FALSI RISCHIO INFILTRAZIONI. L'uso di passaporti falsi da parte dei migranti che negli ultimi mesi arrivano in Italia può "portare a infiltrazioni jihadiste", ha sottolineato il ministro degli Esteri francese rispondendo ad una domanda sulla minaccia di infiltrazioni jihadiste sollevata dal suo collega, il ministro alla Difesa Jean-Yves Le Drian, che aveva detto di temere arrivi pericolosi a Lampedusa. Fabius ha sottolineato di pensare che l'Italia è comunque in grado di gestire i flussi migratori.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Survivor voice Europa - Incontro internazionale delle vittime dei preti pedofili

Preti pedofili: 70 anni di abusi in Pennsylvania

Un grand jury ha riconosciuto la colpa di 300 sacerdoti sul oltre mille bambini

La nave Aquarius torna in mare a Marsiglia

L'Aquarius sbarca a Malta. Sei Paesi Ue accoglieranno i migranti

Via libera per l'attracco a La Valletta. Francia, Portogallo e Spagna coinvolti per la redistribuzione di 141 persone a bordo e di altre 103 su altre navi

TURKEY-ECONOMY-CURRENCY

Lira turca in bilico, Erdogan: "Boicotteremo prodotti elettronici Usa"

Dopo la ripresa e il sospiro di sollievo dei mercati, il nuovo annuncio rischia di riaffossare la moneta

Londra, auto contro le barriere fuori dal Parlamento: un arresto

Londra, auto contro barriere davanti al Parlamento: arrestato un uomo. "E' terrorismo"

Si indaga sul conducente, feriti alcuni passanti. Polizia e ambulanze sul posto, chiusa la stazione di Westminster