Venerdì 01 Aprile 2016 - 17:15

Leicester, Ranieri: Nessuna pressione, tutto nelle nostre mani

Claudio Ranieri però non vuol sentir parlare di pressioni. "C'era all'inizio quando dovevamo salvarci, ora ci stiamo divertendo - ha rivelato il tecnico italiano

Claudio Ranieri, tecnico del Leicester

A sette partite dalla fine e con cinque punti di vantaggio in campionato sulla second,a il Leicester si appresta a vivere questo finale di stagione da protagonista, con l'ambizione di conquistare la prima Premier League della sua storia. Claudio Ranieri però non vuol sentir parlare di pressioni. "C'era all'inizio quando dovevamo salvarci, ora ci stiamo divertendo - ha rivelato il tecnico italiano in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Southampton - E' tutto nelle nostre mani, vogliamo continuare. Sappiamo di essere in alto, ma dobbiamo concentrarci senza pensare alle altre squadre. Dobbiamo pensare solo alla prossima partita". Sulle voci di mercato che coinvolgono tanti suoi giocatori, da ultimo il francese Kanté, l'ex allenatore di Roma e Juventus ha rivelato che "sta lavorando molto bene, ma se arrivasse un'offerta sostanziosa valuteremo - ha concluso - Non voglio persone tristi qui, le voglio felici. E lui lo è, è sempre sorridente".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ranieri scherza: Vardy beve? È solo vino rosso

Ranieri scherza: Vardy beve? E' solo vino rosso

Oltre al vino che si concede la sera prima, l'attaccante il giorno di un incontro prende anche 2 caffè e 3 Red Bull

Chelsea, Conte: Abbiamo dei problemi, non ho la bacchetta magica

Chelsea, Conte: Non ho la bacchetta magica

"Dobbiamo lavorare molto duramente per recuperare"

Wenger: Un giorno potrei allenare la nazionale inglese

Wenger: Un giorno potrei allenare la nazionale inglese

Il tecnico inglese è uno dei principali candidati per sostituire Sam Allardyce

Nizza: Raiola ci sconsigliò di prendere Balotelli

Nizza: Raiola ci sconsigliò di prendere Balotelli

Il presidente del club, Jean-Pierre Rivére, ha svelato il curioso retroscena