Martedì 03 Ottobre 2017 - 14:15

Legge elettorale, accantonati emendamenti su soglie e pluricandidature

La discussione in commissione Affari costituzionali alla Camera. Fiano dice no a preferenze e premio di maggioranza

Camera dei Deputati. Commissione Affari Costituzionali

È il giorno dell'esame in commissione Affari costituzionali alla Camera per il Rosatellum bis. Sono stati presentati 321 emendamenti al testo della legge elettorale, ma il relatore Emanuele Fiano ha accantonato la gran parte di quelli sull'articolo 1 dopo la richiesta di Gianni Cuperlo, nel tentativo di trovare una mediazione con i deputati di Mdp.

Verranno quindi esaminate in seguito le proposte di modifica che riguardano il voto disgiunto, le pluricandidature, le soglie, la variazione del numero collegi plurinominali, le questioni inerenti il capo della forza politica (presentati da FI), la raccolta, il numero e la date di presentazione delle firme, la partita dell'equilibrio di genere, la ripartizione proporzionale per il voto del candidato uninominale. Fiano ha invece dato parere favorevole a sei emendamenti che lui stesso ha definito "di natura tecnica". Uno di questi è a sua firma

Il relatore ha dato poi parere contrario agli emendamenti che prevedono di inserire il voto di preferenza, a quelli che ripropongo un altro modello elettorale, dal simil tedesco al proporzionale puro, a quelli che mirano ad inserire un premio di maggioranza. No di Fiano anche alle proposte di modifica che prevedono l'ineleggibilità di particolari categorie come i magistrati o i presidenti di Regione, che inseriscono modifiche nel rapporto tra la legge elettorale e i partiti, che prevedono nuove norme di specialità per le Regioni, dal Trentino Alto Adige o a tutela di altre minoranze linguistiche, che cambiano l'assetto della scheda elettorale o prevedono nuove modalità di effettuazione dello spoglio. "Sono contrario alle preferenze e all'abolizione delle pluricandidature", ha ribadito Fiano intervenendo in commissione. 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, governo stanzia fondi e 'licenzia' Autostrade: parte battaglia legale

Sono 28 i milioni per l'emergenza che si vanno ad aggiungere ai cinque già assegnati

Maria Elena Boschi alla festa del PD a Botticino

Boschi non invitata a Festa Unità Firenze: "È iscritta a Bolzano"

L'organizzazione: "Abbiamo dato precedenza agli eletti nei collegi fiorentini"

Ponte Morandi, il gigante che sovrasta le case di Genova

Genova, governo: "Avviato iter su decadenza concessione ad Autostrade"

Prima l'annuncio del ministro delle Infrastrutture su Facebook, poi la conferma del premier Conte

Genova, crollo Ponte Morandi: continuano le ricerche dei dispersi e la messa in sicurezza

Genova, Renzi contro Di Maio: "Autostrade finanziava Lega e Conte era legale Aiscat"

Il senatore Pd rimanda al mittente le accuse di aver ricevuto soldi dai Benetton per le campagne elettorali