Martedì 30 Maggio 2017 - 21:15

L. elettorale, Renzi: Non entusiasta ma dico sì al 'tedesco'

"E' soluzione verso pacificazione parlamentare. Il 5% è elemento inamovibile" E conferma sostegno a Gentiloni

Legge elettorale, Renzi: Non entusiasta ma dico sì a 'tedesco'. Ok entro 7 luglio

 "La legge elettorale si vota entro la prima settimana di luglio. Ah ma siete contenti di questa legge? No, non è la nostra legge elettorale". Così il segretario Pd Matteo Renzi nel corso della direzione dem. "Dobbiamo prendere atto che c'è una convergenza di FI, M5S, di Sinistra Italiana e della Lega per un sistema proporzionale alla tedesca, con la soglia al 5% elemento inamovibile del sistema tedesco". Renzi ha aggiunto: "Altro punto chiave è che ci sia il nome scritto sulla scheda".

"Io non sono un entusiasta del proporzionale con soglia al 5 %ma penso di avere la responsabilità delle prossime generazioni e vi propongo di votare la relazione con il consenso del Pd per il sistema Tedesco entro la prima settimana di luglio, perché o si fa entro la prima settimana di luglio o non si fa più".  Il segretario dem ha precisato che "il Pd ha scelto di sostenere il governo con convinzione e determinazione". Oggi il premier Paolo Gentiloni ha ribadito che il governo ha pienezza di poteri e impegni da mantenere.

PARTITO NON UN BAR. "Io credo - ha sottolineato Renzi - sia inimmaginabile dire che questo sia un partito personale, ma di persone. Per chi ha voglia di fare le porte sono spalancate. Per chi vuole criticare, noi abbiamo quattro anni davanti e noi non rincorreremo le polemiche".  

"Pongo un problema di merito. Qui si discute e poi si vota, c'è chi è maggioranza e chi è minoranza. C'è un punto che distingue il partito dal bar dello sport. Dopo il voto bisogna avere non la disciplina di partito, ma è vincolante ciò che si è deciso a maggioranza. E' scritto nel nostro statuto, tranne i casi di coscienza ma non esiste coscienza di corrente". 

LEGGI ANCHE Orlando: Sarà un nostro problema spiegare l'alleanza con FI

"La ripartenza del Pd è cruciale. Dobbiamo essere capaci di creare un gruppo dirigente e una squadra che si appassiona. Dovremo fare una grandissima festa dell'Unità. Andrea Rossi, responsabile Organizzazione, ha scelto Imola per la festa nazionale".

PACIFICAZIONE PARLAMENTARE. "Noi abbiamo scelto da tempo la strada della responsabilità. Noi siamo di fronte al bivio di una soluzione che ci porta a un modello europeo e a una pacificazione parlamentare perché l'80% delle forze politiche è favorevole. Io credo che ci siano dei momenti in cui si debba avere tanto rispetto delle regole del gioco da farsi carico di quel che pensano gli altri". Renzi ha poi aggiunto, riferendosi ai senatori che considerano il voto anticipato un salto nel buio:  "Sento qualcuno dire: 'eh ma se si va alle elezioni è un pericolo', beh si chiama democrazia. Succede di andare alle elezioni". 
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi