Giovedì 01 Giugno 2017 - 17:00

Alfano: Accettiamo soglia del 5%, conclusa collaborazione con Pd

Il leader di Ap al contrattacco: "Noi sosteniamo il governo, Renzi ci dica che cosa vuole fare. Noi non faremo ostruzionismo"

Legge elettorale, Alfano: Accettiamo la soglia del 5%, non faremo ostruzionismo

"Abbiamo appena concluso i lavori della direzione Ap. Abbiamo ribadito che la legislatura porta la nostra firma e senza di noi non ci sarebbero stati tutti questi risultati". Così Angelino Alfano in conferenza dopo la direzione di Ap. "Noi siamo stati leali alla Repubblica - aggiunge - di fronte a quel che è successo noi non cambiamo idea. Anche se non abbiamo ottenuto dal partito con cui abbiamo collaborato la stessa lealtà. Abbiamo approvato un documento. Il primo punto è che noi continuiamo ad appoggiare questo Governo. Il secondo punto è che non faremo ostruzionismo sulla legge elettorale. Il terzo punto è che ci va bene il 5% e non presenteremo neppure emendamenti trabocchetto alla legge elettorale per togliere la soglia di sbarramento. Ne presenteremo per garantire le preferenze e la governabilità: chiediamo un premio di governabilità".

Poi l'affondo: "Chiediamo al Pd di sostenere il governo Gentiloni, come facciamo noi. Il segretario del Pd intende far cadere anche il governo Gentiloni dopo il governo Letta? Speriamo in una risposta chiara" ha detto Alfano.  "Intendo conclusa la nostra collaborazione con il Pd" ha poi sentenziato.

Loading the player...

IL PD. "Un partito che ha 10 volte i voti di Alfano avrebbe bisogno di Alfano per far cadere il Governo? Se c'è un tema chiaro è la fiducia del Pd e del suo segretario al Governo Gentiloni, fiducia che a differenza del partito di Alfano non è mai venuta meno". Così Matteo Richetti, portavoce Pd al termine della segreteria dem. "Nelle dichiarazione di Alfano di oggi - ha aggiunto - c'è di nuovo che anche a lui va bene il 5% e raccoglie la sfida".

RENZI. "Quanto al governo da far cadere, io ho fatto cadere il mio. Mi sono dimesso dopo aver perso il referendum. Quelli del partito di Alfano la parola dimissioni, cioè lasciare la poltrona, non la conoscono benissimo". Lo ha detto il segretario Pd Matteo Renzi in una intervista al Tg1, commentando le accuse di Sergio Pizzolante di Area popolare, secondo il quale lo stesso Renzi da mesi chiede a quel partito di far cadere l'esecutivo Gentiloni.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Elezioni Politiche - I simboli dei partiti depositati al Viminale

Elezioni, programmi a confronto: le promesse dei partiti da meno tasse a più lavoro

A poco più di 40 giorni dal voto, i leader tentano fughe in avanti per differenziarsi dai competitors. Ma in realtà le proposte degli schieramenti non sono poi così distanti

Milano, assemblea circoli Pd

Burioni dice no a Renzi: "Non mi candido, ma la mia lotta continua"

Il medico e volto della campagna pro vaccini: "Combatterò per la verità contro le bugie fuori dal Parlamento". E agli elettori: "Evitate i cialtroni"

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Elezioni, Renzi: "Flat tax fa pagare meno tasse a miliardari come Berlusconi e Grillo"

Parlando dei suoi avversari politici ha aggiunto: "Noi non possiamo dialogare con forze populiste"

Presentazione del programma di governo del M5s al Villaggio Rousseau di Pescara

Elezioni, Di Maio. "Se non avrò i numeri farò appello a tutti i partiti"

E rispondendo al premier Gentiloni: "È il Pd a non avere i numeri. Così fa endorsement a Berlusconi"