Giovedì 01 Giugno 2017 - 17:00

Alfano: Accettiamo soglia del 5%, conclusa collaborazione con Pd

Il leader di Ap al contrattacco: "Noi sosteniamo il governo, Renzi ci dica che cosa vuole fare. Noi non faremo ostruzionismo"

Legge elettorale, Alfano: Accettiamo la soglia del 5%, non faremo ostruzionismo

"Abbiamo appena concluso i lavori della direzione Ap. Abbiamo ribadito che la legislatura porta la nostra firma e senza di noi non ci sarebbero stati tutti questi risultati". Così Angelino Alfano in conferenza dopo la direzione di Ap. "Noi siamo stati leali alla Repubblica - aggiunge - di fronte a quel che è successo noi non cambiamo idea. Anche se non abbiamo ottenuto dal partito con cui abbiamo collaborato la stessa lealtà. Abbiamo approvato un documento. Il primo punto è che noi continuiamo ad appoggiare questo Governo. Il secondo punto è che non faremo ostruzionismo sulla legge elettorale. Il terzo punto è che ci va bene il 5% e non presenteremo neppure emendamenti trabocchetto alla legge elettorale per togliere la soglia di sbarramento. Ne presenteremo per garantire le preferenze e la governabilità: chiediamo un premio di governabilità".

Poi l'affondo: "Chiediamo al Pd di sostenere il governo Gentiloni, come facciamo noi. Il segretario del Pd intende far cadere anche il governo Gentiloni dopo il governo Letta? Speriamo in una risposta chiara" ha detto Alfano.  "Intendo conclusa la nostra collaborazione con il Pd" ha poi sentenziato.

Loading the player...

IL PD. "Un partito che ha 10 volte i voti di Alfano avrebbe bisogno di Alfano per far cadere il Governo? Se c'è un tema chiaro è la fiducia del Pd e del suo segretario al Governo Gentiloni, fiducia che a differenza del partito di Alfano non è mai venuta meno". Così Matteo Richetti, portavoce Pd al termine della segreteria dem. "Nelle dichiarazione di Alfano di oggi - ha aggiunto - c'è di nuovo che anche a lui va bene il 5% e raccoglie la sfida".

RENZI. "Quanto al governo da far cadere, io ho fatto cadere il mio. Mi sono dimesso dopo aver perso il referendum. Quelli del partito di Alfano la parola dimissioni, cioè lasciare la poltrona, non la conoscono benissimo". Lo ha detto il segretario Pd Matteo Renzi in una intervista al Tg1, commentando le accuse di Sergio Pizzolante di Area popolare, secondo il quale lo stesso Renzi da mesi chiede a quel partito di far cadere l'esecutivo Gentiloni.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

Pd, Renzi 'indisponibile' a confronto con Di Maio. Gentiloni e Zingaretti attesi a Ravenna

La festa dell'Unità si terrà in Emilia dal 24 agosto al 10 settembre. È già polemica sull'invito al vicepremier pentastellato

Governo, festa M5s. Grillo suona la campanella

Beppe Grillo compie 70 anni. M5S lo omaggia: "Paziente 0 che ha diffuso virus"

Il fondatore del blog scherza su Twitter: "Vi aspetto su Marte per il Movimento 6 Stelle! Siamo oltre!"

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito