Lunedì 25 Gennaio 2016 - 13:00

Lega Pro, Gravina: Riforma non solo con calcoli ma progettazione

Va capita la mission di ciascuna Lega e serve progettualità perché non c'è soltanto la questione economica

Andrea Abodi e Gabriele Gravina

"La riforma dei campionati non si può fare solo con i calcoli e i parametri economici, bisognerà valutare le progettazioni e la sostenibilità generale del sistema". Lo ha detto Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro, ospite della trasmissione 'Pezzi da 90' sull'emittente umbra Radio Onda Libera. "Cosa mi aspetto dalla mia prima assemblea con i club, il 4 febbraio? Da mesi sono in ascolto dei club, ho raccolto tante testimonianze e idee da trasformare in progetti che si potranno realizzare. In un mese di lavoro mi sono occupato di cose importanti", ha spiegato. "Ci sarà in assemblea una modifica dello statuto per rafforzare la partecipazione con un maggiore coinvolgimento delle società".

Sulla riforma dei campionati, Gravina ha analizzato: "Non è il calcolo matematico la via per affrontare le difficoltà e le nuove sfide. Non passa semplicemente per i numeri il futuro del calcio italiano. Sarebbe un errore politico e strategico. Serve un'analisi approfondita e completa. Va capita la mission di ciascuna Lega e serve progettualità perché non c'è soltanto la questione economica. C'è l'idea delle seconde squadre, bisogna parlare di organizzazione e ridurre i costi. La sostenibilità - ha aggiunto - va ricercata ragionando sulle risorse e su come aumentarle, senza pensare solo alla loro ripartizione e considerando l'autodeterminazione di ciascuna Lega".

"Alessandria in semifinale di Coppa Italia uno spot per la Lega Pro? Negli ultimi due mesi è stato uno sport straordinario con una bellissima immagine per il nostro calcio", le parole di Gravina. "Ho ringraziato la società, la squadra, i tifosi. Stanno facendo qualcosa di speciale". Secondo il numero uno della Lega Pro, le 'favole' si realizzando "mettendo al centro il progetto da valutare e portare avanti in tutti i suoi aspetti, valori, capacità organizzative e gestionali coinvolgendo un intero territorio. A Castel di Sangro con appena 5.000 abitanti si creò un vero fenomeno".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Nuova debacle per la squadra di De Boer, che chiude in dieci per l'espulsione di Ranocchia