Mercoledì 24 Febbraio 2016 - 18:00

Lega, come cambia con Salvini: iPad, appunti e ruspe giocattolo

Dalla visita al campo rom di Tor Sapienza, un ritratto del leader del Carroccio

Matteo Salvini visita il campo rom di Via Salviati a Tor Sapienza

Matteo Salvini prende appunti mentre ascolta i rappresentanti di quartiere, riuniti ad attenderlo in piazza De Cupis a Tor Sapienza a Roma, per denunciare "i roghi tossici fatti dalle baracche del campo nomadi" della zona. Salvini che in visita nel vicino insediamento rom Salviati scatta foto con l'iPad fra le baracche. E poi ancora l'europarlamentare, numero uno del Carroccio, attorniato da esponenti della comunità rom cui stringe la mano e con cui interloquisce, Salvini che sale sul predellino dell'auto, con cui poi lascerà il campo nomadi, per riuscire a farsi sentire meglio da un corteo di residenti sul piede di guerra per la presenza dell'insediamento rom sotto casa propria, nel loro quartiere, e che invocano le "ruspe" inneggiando il suo nome "Matteo, Matteo". Salvini che riceve in regalo dai cittadini dei comitati di zona - con inevitabile foto - una ruspa giocattolo gialla, quella ruspa da lui più volte evocata per intervenire sui campi rom, "che - dice il leader leghista - non esistono nemmeno in Romania" e oggi invocata al grido di "ruspe, ruspe" da alcuni abitanti di Tor Sapienza.

E' questa la fenomenologia di Salvini, un leghista oggi a Roma, in campagna elettorale nella capitale, che ha deciso di entrare  a piedi giunti, e non solo metaforicamente, ma con un sopralluogo proprio a 'casa' dei rom, nel merito della polemica dai toni accesi sui campi nomadi. Una querelle elettorale  che lo vede da alcuni giorni protagonista di un continuo botta e risposta  con il candidato del Centrodestra Guido Bertolaso in lizza per la corsa alla poltrona di sindaco. L'ex numero uno della Protezione civile, oggi era anche lui impegnato in un sopralluogo romano ma in zona Cassia e oggi ha promesso "tolleranza zero contro il degrado" nella capitale: "Non solo uno slogan ma il mio modo di interpretare il mandato di sindaco".

La ruspa giocattolo per Salvini

Bertolaso  nei giorni scorsi,dicendo che i rom sono stati vessati e penalizzati, ha dato fuoco alle polveri.

Ma di altri fuochi, i roghi "pericolosi per la salute" oggi hanno parlato a Salvini gli abitanti di Tor Sapienza, a partire dagli animatori dei comitati di quartiere. "Ma quali roghi tossici?, noi bruciamo la legna", hanno ribattuto i rom alle accuse dei residenti, mentre il segretario federale della Lega,  che prima  in piazza aveva parlato di "roghi dal mattino alla sera", su un improvvisato palchetto nel campo, interrogava uno dei suoi interlocutori nomadi chiedendogli "ma cosa bruciate in questi fuochi?".

Concludendo la sua visita, assediato dalla stampa e sollecitato dalle domande di rom e cittadini con qualche momento di toni da contestazione , ma anche con un corteo di residenti insofferenti al campo nomadi che alla fine inneggiava  il suo nome, Salvini è arrivato alla vettura che lo aspettava davanti all'accesso al campo e si è concesso una sigaretta: "posso accendermi una sigaretta? Qualcosa di tossico, con tutti questi fuochi pericolosi", ha esclamato prima di fumarsi una bionda e di rilasciare dichiarazioni  e rispondere alle domande davanti alla stampa. Nel week end la Lega colorerà di verde Carroccio la capitale coi suoi 40 gazebo in 40 piazze  per "ascoltare i cittadini" su chi dovrà amministrare Roma.

Scritto da 
  • Laura Carcano
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Campidoglio, Mazzillo sarà il nuovo assessore al Bilancio. Colomban alle partecipate

Campidoglio, Mazzillo nuovo assessore al Bilancio. Colomban alle partecipate

La notizia arriva da fonti interne al Campidoglio, in giornata atteso l'annuncio ufficiale di Virginia Raggi

Referendum, Parisi chiude a Renzi: La destra voterà 'No'

Referendum, Parisi chiude a Renzi: La destra voterà 'No'

Il "tentativo di prendere voti a destra" non funziona

Renzi apre la campagna per il Sì: Cambio l’Italicum, le riforme sono più importanti

Renzi: Cambio l’Italicum, ma le riforme sono più importanti

Dalla sua Firenze il presidente del Consiglio apre a modifiche sulla legge elettorale e si appella al Paese: "Italia vuoi cambiare davvero?"

Salerno, De Luca assolto con altri 41 imputati: Non sono impresentabile

De Luca assolto con altri 41 imputati: Non sono impresentabile

Il governatore campano ed ex sindaco di Salerno, a processo per la vicenda Sea Park, dopo la sentenza attacca Rosy Bindi