Mercoledì 08 Novembre 2017 - 17:30

Lega, Belsito condannato a 6 mesi, 100mila euro di risarcimento a Maroni

Ritenuto responsabile di diffamazione. Aveva indicato il governatore lombardo come il "destinatario" di una "tangente da 54 milioni di dollari" per una commessa in Libia

L'ex tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito è stato condannato a 6 mesi e a versare un risarcimento a titolo di 100mila euro a titolo di provvisionale al governatore lombardo Roberto Maroni. Lo ha deciso il giudice della quarta sezione penale di Milano, Oscar Magi, che ha condannato l'ex responsabile delle casse del Carroccio a 6 mesi per diffamazione per alcune dichiarazioni, pubblicate il 19 aprile 2012 da 'Panorama'.

Intervistato dal settimanale, Belsito indicava Maroni come il "destinatario" di una "tangente da 54 milioni di dollari" per una commessa in Libia. "Belsito diede al giornalista informazioni volte a screditare Maroni, quello che lui vedeva come suo nemico" all'epoca dello scandalo sui conti del Carroccio, ha spiegato il pm Paolo Filippini, che aveva chiesto la condanna a 6 mesi. Maroni nel processo era parte civile rappresentato dal legale Domenico Aiello.

Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova: i percorsi alternativi per entrare in città o bypassarla

Dopo il disastro gravi disagi di mobilità. Che strada fare a seconda della destinazione: Tirreno, Adriatico o Nord Italia

Treviso, ordigni contro storica sede Lega: anarchici rivendicano

Uno è esploso davanti al portone, uno è stato fatto brillare dagli artificeri. Nessuna persona coinvolta, danni all'ingresso

ITALY-ACCIDENT-BRIDGE-COLLAPSE

Genova, l'Independent attacca il governo: "Stolte accuse all'Ue"

Editoriale durissimo: "La gang di populisti ha cercato di sfruttare il tragico crollo del ponte a fini politici". La commissione: "Sicurezza spetta a concessionario"

Bari, iniziativa Coldiretti per salvare il grano italiano

Motovedetta italiana salva 170 migranti. Salvini attacca: "Non avvertiti"

Il barcone era nelle acque Sar maltesi ed è stato riaccompagnato dalle motovedette di La Valletta verso quelle italiane. Il ministero degli Interni: "Li riportino a Malta"