Venerdì 30 Dicembre 2016 - 14:30

Lavoro, Uil: Dal 2008 utilizzo voucher aumentato di 27 volte

Il 64% venduto al Nord, tra le regioni guida la Lombardia

Lavoro, Uil: Dal 2008 utilizzo voucher aumentato di 27 volte

In nove anni, tra il 2008 e il 2016, l'utilizzo annuo dei voucher per le prestazioni lavorative è aumentato da 535.985 unità a 145,368 milioni di tagliandi, con una crescita di oltre 27 volte. È quanto emerge da uno studio della Uil. Rispetto al 2015, quanto si sono contati 115,079 milioni di voucher, l'aumento è stato del 26,3%. La distribuzione sul territorio vede il 64% dei buoni-lavoro venduti nel Nord (93,2 milioni), e il restante 36% suddiviso quasi equamente tra il Centro (26,3 milioni) e il Mezzogiorno (25,8 milioni di voucher).

A livello regionale, sulla base delle nostre stime, tra le prime 5 Regioni per quantitativo più alto di voucher venduti nel 2016 troviamo: la Lombardia (27 milioni), il Veneto (18,5 milioni), l'Emilia Romagna (18,2 milioni), Piemonte (11,9 milioni) e la Toscana (10,6 milioni).

Diversa la prospettiva regionale se guardiamo agli aumenti rispetto al 2015: l'incremento più alto in Campania (+43,7%), seguita dalla Sicilia (+39,1%) e dalla Toscana (+32,1%). Da una stima effettuata a livello provinciale, nelle prime 10 posizioni, per maggior numero di voucher venduti nel 2016 troviamo: Milano (9,8 milioni), seguita da Torino (5,6 milioni), Roma (5,1 milioni), Brescia (4,2 milioni), Bologna (3,9 milioni), Verona (3,8 milioni), Bolzano (3,6 milioni), Venezia e Padova (3,3 milioni) e Treviso (3,2 milioni).

Le 10 province meno 'voucherizzate' si trovano tutte nel Mezzogiorno, ad eccezione di Rieti (circa 214 mila voucher). Dall'analisi condotta per attività d'impiego, oltre il 50% dei voucher del 2016 (pari a 73 milioni) si stimano venduti per prestazioni effettuate in attività a cui la Riforma del 2012 ha esteso il campo di applicazione (industria, edilizia, trasporti, etc.). Continuando, a seguire c'è il settore del turismo con una previsione di circa 21 milioni di buoni-lavoro venduti nel 2016, il commercio (18,4 milioni) e i servizi (14,9 milioni).

"L'economia dei lavoretti viaggia con altre velocità e sta sempre più caratterizzando parte importante della nostra economia. È li, in particolare, che si dovrebbe porre attenzione: il vasto mondo che sta nel mezzo tra il lavoro autonomo (vero) e quello subordinato, caratterizzato da lavori senza regole, con retribuzioni unilateralmente decise dal datore di lavoro e tutele sociali quasi nulle", commenta il segretario confederale Uil, Guglielmo Loy.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Francoforte, la conferenza stampa del presidente BCE Mario Draghi

Germania dalla Corte europea contro aiuti Bce alla zona euro

Il presidente della corte federale ha dichiarato che "esistono ragionevoli motivi' per credere che l'acquisto di titoli di Stato sia stato illegale

Silva International Investments acquista la media company SportBusiness Group

Con la nuova proprietà SportBusiness Group sarà una piattaforma ancora più ampia per la crescita e il successo, sia nei servizi esistenti che nelle nuove aree

Handout photo of a close-up look of the future USS Sioux City LCS at the Fincantieri/Marinetter Marine Corp shipyard in Marinette, Wisconsin

Francia nazionalizza cantieri Stx e Fincantieri crolla in Borsa

Il ministro del Tesoro Le Maire martedì prossimo a Roma incontra Padoan e Calenda che definiscono grave la decisione

FILE PHOTO: Telecom Italia Chief Executive Officer Cattaneo gestures as he arrives to attend a meeting in Rome

Tim, 25 milioni a Cattaneo: il 27 la nomina del nuovo ad

Il 27 luglio già convocata una riunione per nominare un nuovo ad dopo l'uscita di Flavio Cattaneo