Giovedì 07 Gennaio 2016 - 11:30

Lavoro, Istat: Disoccupazione cala all'11,3% a novembre

La crescita è determinata dalla componente femminile e dall'aumento dei dipendenti permanenti e degli indipendenti mentre calano i dipendenti a termine

Lavoro, Istat: Disoccupazione cala all'11,3% a novembre

La disoccupazione in Italia è scesa ancora a novembre di 0,2 punti percentuali arrivando all'11,3%. Lo riferisce l'Istat. Il tasso, in calo consecutivo da luglio, è ai minimi dal novembre 2012. La stima dei disoccupati a novembre diminuisce dell'1,6% (-48 mila) e il calo riguarda uomini e donne e le persone con meno di 50 anni.

 

A novembre 2015 i disoccupati, ovvero le persone in cerca di lavoro, erano 2,871 milioni. Il calo della disoccupazione che prosegue dal mese di luglio, riguarda sia gli uomini (-2,1%) sia le donne (-1,1%). Il tasso di disoccupazione diminuisce di 0,2 punti percentuali sia per la componente maschile sia per quella femminile, arrivando al 10,8% tra gli uomini e al 12,0% tra le donne. La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni nell'ultimo mese cresce per la componente maschile (+0,6%) a fronte di un calo per la componente femminile (-0,4%). Analogamente per il tasso di inattività si registra un aumento per gli uomini (+0,2 punti percentuali) e un calo per le donne (-0,2 punti). Nella media del periodo settembre-novembre 2015, il tasso di disoccupazione diminuisce sia per gli uomini (-0,3 punti) sia per le donne (-0,6 punti) e il tasso di inattività è in lieve crescita per la componente maschile (+0,1 punti) mentre cresce maggiormente per quella femminile (+0,5 punti). Su base annua, sempre a novembre, il tasso di disoccupazione cala per gli uomini di 1,4 punti e per le donne di 2,3 punti. Il tasso di inattività è in lieve calo per la componente maschile (-0,1 punti) mentre cresce per quella femminile di 1,1 punti.

 

A NOVEMBRE +36 MILA OCCUPATI. Dopo la crescita registrata tra giugno e agosto (+0,5%) e il calo di settembre (-0,2%) e ottobre (-0,2%), a novembre la stima degli occupati in Italia cresce dello 0,2% (+36 mila). L'Istat sottolinea che la crescita è determinata dalla componente femminile e dall'aumento dei dipendenti permanenti e degli indipendenti mentre calano i dipendenti a termine. Il tasso di occupazione aumenta a novembre di 0,1 punti percentuali, arrivando al 56,4%. Su base annua, precisa ancora l'Istat, l'occupazione cresce dello 0,9%, pari a un aumento di 206 mila persone occupate. Dopo la crescita registrata tra giugno e agosto (+0,5%) e il calo di settembre (-0,2%) e ottobre (-0,2%), a novembre la stima degli occupati in Italia cresce dello 0,2% (+36 mila). Lo rileva l'Istat, sottolineando che la crescita è determinata dalla componente femminile e dall'aumento dei dipendenti permanenti e degli indipendenti mentre calano i dipendenti a termine. Il tasso di occupazione aumenta a novembre di 0,1 punti percentuali, arrivando al 56,4%. Su base annua, precisa ancora l'Istat, l'occupazione cresce dello 0,9%, pari a un aumento di 206 mila persone occupate. Dopo la crescita osservata dall'inizio dell'anno al mese di agosto (+1,3%, pari a oltre 200 mila dipendenti) e il calo a settembre (-0,2%), negli ultimi due mesi la stima dei dipendenti rimane sostanzialmente invariata. Il risultato è sintesi della crescita dei dipendenti a tempo indeterminato (+0,3% a novembre, pari a +40 mila) e del calo di quelli a termine (-1,3%, pari a -32 mila). Gli indipendenti registrano nell'ultimo mese un aumento dello 0,5% (+28 mila). Rispetto a dodici mesi prima, invece, i dipendenti crescono dell'1,5% (+247 mila), spiegando interamente la crescita dell'occupazione nei dodici mesi, mentre gli indipendenti diminuiscono dello 0,7% (-41 mila). A novembre la crescita dell'occupazione rispetto al mese precedente è determinata dalle donne (+0,4%), mentre il numero di occupati rimane sostanzialmente stabile tra gli uomini. Il tasso di occupazione maschile, pari al 65,9%, rimane invariato, mentre quello femminile, pari al 47,1%, aumenta di 0,2 punti percentuali. Nella media del periodo settembre-novembre 2015, il tasso di occupazione maschile è in crescita rispetto ai tre mesi precedenti (+0,2 punti percentuali), mentre quello femminile è in lieve calo (-0,1 punti). Nel confronto con novembre 2014, per gli uomini si osserva un aumento del tasso di occupazione di 1,2 punti percentuali, per le donne l'aumento è di 0,3 punti.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Reddito di inclusione: come richiederlo a Roma

Parle la misura nazionale di contrasto alla povertà promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Copies of bitcoins standing on PC motherboard are seen in this illustration picture

Bitcoins volano oltre 18 mila dollari dopo debutto futures Cboe

La moneta virtuale accresce il suo valore, segnando un nuovo record storico

The logo of Banca Etruria is seen in downtown Rome

Etruria, commissione banche: sì all'audizione di Ghizzoni

Giovedì si deciderà su Zonin, Consoli e D'Aguì, imputati in procedimenti connessi

FILE PHOTO - The logo of Amazon is seen at the company logistics center in Lauwin-Planque northern France

Agcom diffida Amazon: "Regolarizzare i servizi postali"

Il Garante delle comunicazioni invita la società leader nel e-commerce a mettere in regola la sua posizione